I malati di cancro possono beneficiare di reporting sintomi online in tempo reale

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tradizionalmente, i medici hanno fatto affidamento sulle informazioni fornite dai pazienti affetti da cancro durante le loro visite in studio, come il mezzo principale per valutare i sintomi dei pazienti e gli effetti collaterali. Tuttavia, potenzialmente gravi conseguenze potrebbero sorgere se i sintomi importanti non vengono denunciati durante quelle visite, perché si verificano tra gli appuntamenti.

Un nuovo studio condotto da ricercatori del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center (MSKCC) ritiene che anche i malati di cancro più gravi sono disposti e in grado di "self-report" sintomi che utilizzano Internet, fornendo così dati chiave in tempo reale ai loro fornitori di servizi sanitari.

Lo studio suggerisce una nuova direzione nella cura del cancro. Secondo gli autori, integrando tradizionali discussioni ufficio visita con il paziente in linea self-report può colmare importanti lacune nella conoscenza dei medici e in tal modo può migliorare in modo significativo la sicurezza e la qualità della cura del paziente.




"La cura del cancro è diventato sempre più complesso, causando visite ambulatoriali a diventare più compressa. Questo rende difficile per il medico per valutare complessivamente i sintomi di ciascun paziente in quel breve lasso di tempo", ha detto l'autore principale dello studio, Ethan Basch, MD, un medico oncologo a MSKCC. "Perché le terapie del cancro possono essere altamente tossici, la diagnosi precoce dei sintomi e trattamento tempestivo è fondamentale. Quello che è eccitante per noi circa in linea self-report è che i pazienti possono avvisare i medici di sintomi importanti in tempo reale."

Il team di ricerca ha sviluppato un sistema Web-based che i pazienti dello studio potevano accedere utilizzando i computer in attesa chioschi-camera e in casa per comunicare i loro sintomi direttamente ai medici. Gli investigatori adattati terminologia standard del National Cancer Institute per il monitoraggio dei pazienti tossicità negli studi clinici e tradotti in linguaggio adatto paziente. I nuovi termini sono stati caricati su un sito Web protetto chiamato Sintomo tracking e reporting (STAR). I partecipanti hanno utilizzato il sistema per segnalare la loro Cancro e gli effetti collaterali di chemioterapia correlati, tra cui il dolore, la stanchezza, stipsi, diarrea, nausea, vomito, mancanza di respiro, e una diminuzione della mobilità, nonché la loro qualità di vita.

Da giugno 2005 a marzo del 2006, 107 pazienti affetti da tumore polmonare e sottoposti a chemioterapia ambulatoriale presso MSKCC arruolati nello studio. I pazienti sono stati seguiti fino a 16 mesi e 40 visite. La maggior parte degli iscritti erano di età compresa tra 50 e 69 tra, anche se il 28 per cento erano di età superiore a 70. I pazienti sono stati più propensi a utilizzare il sistema se avessero esperienza computer prima; tuttavia, stage età, sesso, e il cancro ha avuto alcun effetto sui tassi di log-in.

I ricercatori hanno trovato che il 100 per cento dei pazienti ha utilizzato i chioschi sala d'attesa in alcuni o tutti i loro visite ambulatoriali. Una media di 78 per cento dei partecipanti registrati al sistema in qualsiasi ufficio visita.

Secondo i risultati, i pazienti sono stati soddisfatti con il sistema. La maggior parte degli intervistati (98 per cento) hanno trovato STAR facile da usare, il 90 per cento ha detto che era utile, e il 77 per cento hanno espresso che ha migliorato la qualità dei loro colloqui con i medici.

"Il nostro studio suggerisce che l'uso più ampio di pazienti auto-reporting in oncologia sarebbe utile," ha detto il co-autore Mark G. Kris, MD, capo del Servizio di Oncologia toracica presso MSKCC. "STAR rende più facile per i pazienti di fornire informazioni ai loro medici circa i loro sintomi e gli effetti collaterali. Il fatto che queste informazioni possono essere raccolte ovunque e immediatamente memorizzati e condivisi Hästens e amplia i nostri sforzi di ricerca come bene."

L'accesso facoltativo alla casa STAR è stato offerto anche a studiare i partecipanti. Gli utenti privati ​​accesso STAR più frequentemente rispetto agli utenti soltanto clinica-, con una media di 23 sessioni online contro nove, rispettivamente. Anche se il 76 per cento dei pazienti ha avuto computer di casa, solo il 15 per cento riferito da casa, forse a causa di una mancanza di promemoria regolari, e alla percezione tra i partecipanti che le informazioni auto-riferito non veniva esplicitamente rivolto dai medici.

I pazienti sono stati informati del fatto che nessun medico avrebbe regolarmente monitorare Star relazioni tra le visite, e quindi deve contattare direttamente il personale se grave di sintomi invalidanti verificato a casa. Tuttavia, un sistema automatizzato "segnalazione" è stato integrato in modo che ogni volta che un paziente inserito un sintomo di sopra di un certo livello di gravità, un messaggio sullo schermo apparve incoraggiare il paziente a contattare un clinico, e un allarme e-mail è stata automaticamente inviato a un infermiera designato.

Anche se lo studio ha analizzato l'esperienza del paziente, i risultati suggeriscono che i dati auto-riferito è una risorsa potenzialmente preziosa per i medici pure. Ad ogni follow-up visita di ufficio, i rapporti sintomi sono stati stampati per gli infermieri clinici. E 'stato lasciato alla discrezione dei pazienti e dei medici se e come incorporare STAR rapporti nelle loro discussioni.

"Tutte le infermiere che hanno partecipato allo studio inteso rapporti e sentiva questa informazione è stata molto utile per le decisioni cliniche, la documentazione, e discussioni", ha detto Ann Culkin, RN, un'infermiera in servizio di Oncologia Toracica presso MSKCC e un co-autore dello studio.

Le infermiere tutti hanno notato che avevano alterato la gestione sulla base delle informazioni riferito dal paziente e allarmi da STAR, compresa la raccomandazione di farmaci e cambiamenti di lifestyle e organizzando consultazioni medico aggiuntivi.

Gli autori hanno concluso che in linea di auto-reporting è una strategia praticabile a lungo termine per il monitoraggio tossicità durante la chemioterapia, anche tra i pazienti molto malati. Tuttavia, i ricordi espliciti di log-in e il feedback clinico su informazioni auto-riportati sono importanti per mantenere costante interesse e la partecipazione dei pazienti tra le visite.

"Questi risultati pongono le basi per la ricerca futura per valutare se il paziente auto-segnalazione migliora l'efficienza e la completezza del monitoraggio della tossicità negli studi clinici, e se questo approccio può migliorare la qualità della cura del cancro di routine accelerando rilevamento di tossicità gravi o invalidanti," ha detto il dottor Basch. Queste domande sono attualmente in fase di studio dal Dr. Basch e dei suoi colleghi in un ampio studio randomizzato in MSKCC e uno studio multicentrico NCI-sponsorizzato, con risultati attesi nel 2009.

Questa ricerca è pubblicata nel 1 ° dicembre 2007, numero del Journal of Clinical Oncology.

Sostegno finanziario per lo studio è stato fornito in parte da Piazza di Fondo Breath per Lung Cancer Research e The Society of Memorial Sloan-Kettering Cancer Center.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha