I medici valutano problemi cardiaci dovrebbero prendere in considerazione il controllo dei depositi di grasso intorno al cuore

Giugno 24, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori imaging cardiaco al Cedars-Sinai Heart Institute raccomandano che i medici non si affacciano depositi di grasso intorno al cuore al momento di valutare i pazienti per il rischio di gravi problemi cardiaci.

Anche se il grasso addominale è spesso considerato nel fare queste valutazioni, una recente ricerca suggerisce che misurare tessuto adiposo intorno al cuore è un predittore ancora migliore, e la TAC non invasiva può fornire informazioni importanti.

La raccomandazione è apparso in un commento editoriale pubblicato sul Journal of American College of Cardiology: Cardiovascular Imaging. Daniel S. Berman, MD, capo di imaging cardiaco presso l'Heart Institute Cedars-Sinai e S. Mark Taper Foundation Imaging Center del Cedars-Sinai, è il primo autore dell'articolo e un'autorità leader di imaging cardiaco.




Il parere pubblicato è stato richiesto da un altro articolo sulla rivista in cui i ricercatori forniscono nuove prove che collegano il grasso addominale all'instabilità delle placche arteriose coronariche. In teoria attuale, le persone con eccesso di grasso addominale sono a più alto rischio di accumulo di placca e le malattie cardiache, e la placca vulnerabile alla rottura rappresenta una minaccia maggiore di quella che è stabile.

Con co-autori Victor Y. Cheng, MD, e Damini Dey, Ph.D., Berman cita vari studi che collegano il grasso intorno al cuore e le arterie coronarie di infiammazione e la placca di sviluppo e suggerisce che il grasso intorno al cuore e arterie coronarie "può essere più potenti determinanti dello sviluppo della placca coronarica e la progressione di grasso addominale viscerale. " Questo grasso intorno al cuore è stato anche coinvolto nello sviluppo di eventi avversi cardiaci (MACE), definiti come morte cardiaca correlata, infarto non fatale, intervento chirurgico per bypassare le arterie del cuore bloccate o intervento coronarico percutaneo ripetuta (angioplastica) di riaprire bloccato arterie.

Sotto la direzione di Berman, Cedars-Sinai recentemente completato il più grande studio randomizzato di coronarica TC arterie di calcio, seguito 2.137 soggetti nell'arco di quattro anni. Più di 20.000 pazienti sono ora iscritti in un registro dei dati in corso. Questa tecnologia identifica depositi di placca nelle arterie del cuore rilevando bit di calcio, uno dei componenti della placca. Inoltre, utilizzando metodi software, coronarica TC arteria calcio può anche essere usato per misurare il grasso intorno al cuore e arterie coronarie. Le due misure considerate insieme - placca e l'aumento di grasso intorno al cuore - sembrano migliorare la previsione del rischio del paziente per gravi problemi cardiaci.

Nei loro studi sulla coronarica TC di calcio, i ricercatori del Cedars-Sinai e in altri luoghi hanno scoperto che i pazienti che non avevano alcun sintomo di malattie cardiache, ma vissuto un evento cardiaco avverso aveva più grasso intorno al cuore che ha fatto soggetti di controllo che non avevano eventi . Quando hanno incluso una misura del volume di grasso intorno al cuore con fattori di rischio convenzionali e scansioni calcio coronarico, sono stati maggiormente in grado di prevedere quali pazienti hanno maggiori probabilità di avere gravi problemi cardiaci. In un altro studio, i ricercatori hanno scoperto che la quantità di grasso intorno al cuore era fortemente associata con il restringimento delle arterie coronarie causate dalla placca.

"Misura di grasso pericardico da CT cardiaca sembra innescato per diventare infine un complemento di routine per le informazioni ottenute dalla valutazione della placca," concludono i ricercatori. "Questa valutazione potrebbe generare informazioni CT per quanto riguarda l'attività del processo (accumulo di placca) aterosclerotica, potenzialmente aggiunge significato alla valutazione del rischio clinico."

Il lavoro è stato sostenuto in parte da finanziamenti della Fondazione Eisner, la Fondazione Glazer, la Fondazione Lincy, e il National Institute of Biomedical Imaging e Bioingegneria (National Institute of Health). Berman riceve ricerche sovvenzioni da Siemens Medical Systems.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha