I modelli molecolari progredire nella lotta contro la malaria

Maggio 13, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno sviluppato modelli di malattia con il lievito e con successo introdotto cinque mutazioni che rendono resistenti al farmaco anti-malarico, atovaquone malaria. Lo studio, descritto come la storia di copertina del 29 aprile Journal of Biological Chemistry, spiana la strada per l'utilizzo di questi modelli per testare nuovi farmaci che potrebbero sopprimere la capacità di malaria di mutare contro la terapia attuale. "Questa è la prima spiegazione quantitativa per la resistenza ai farmaci di malaria", ha detto il dottor Bernard Trumpower, professore di biochimica alla Dartmouth Medical School e capo dello studio. "Oltre a confermare la convinzione che la resistenza è a causa di queste mutazioni, abbiamo creato uno strumento di ricerca pratico per la progettazione di nuove versioni migliorate del farmaco utilizzando questi ceppi resistenti."

Malaria, trasmessa da Plasmodium falciparum, un parassita portato da zanzare, ha sviluppato una resistenza a quasi ogni farmaco anti-malaria introdotta negli ultimi 30 anni. Sebbene atovaquone è uno dei più recenti farmaci sul mercato, ci sono prove significative che i parassiti della malaria stanno rapidamente sviluppando resistenza ai farmaci che pure. Secondo stime dell'OMS, il 40% della popolazione mondiale sono attualmente a rischio di malattia e circa 2 milioni di persone, soprattutto bambini, muoiono ogni anno dalla malaria in tutto il mondo. Oggi segna Africa Malaria Day, organizzato per promuovere la consapevolezza della malattia in un paese in cui un bambino viene ucciso ogni 30 secondi dalla malaria.




Indagare modi per contrastare le mutazioni e sostenere l'efficacia di farmaci antimalarici, Trumpower ei suoi colleghi hanno continuato il loro lavoro su studi precedenti che utilizzano enzimi di lievito per esplorare la resistenza atovaquone. Non è possibile coltivare parassiti della malaria insufficienti per isolare e studiare il complesso enzimatico citocromo bc1 respiratorie, quali i parassiti devono vivere e moltiplicarsi. Una subunità proteine ​​del complesso bc1 è dove le muta malaria parassita per contrastare terapie farmacologiche contro la malaria. Il lievito è una risorsa efficace in quanto può essere coltivata in modo sicuro in grandi quantità e può essere facilmente modificato per assumere le qualità di agenti patogeni più pericolosi, senza rischiare infezione umana.

Quando i ricercatori geneticamente trasferiti mutazioni nei surrogati di lievito, il lievito resistenza acquisita all'atovaquone proprio come i parassiti della malaria avevano fatto. Il team è stato poi in grado di applicare le tecniche di modellazione computerizzata per illustrare esattamente come il farmaco interagito con il complesso citocromo bc1 - l'enzima respiratorie i parassiti hanno bisogno per vivere e moltiplicarsi - a livello molecolare. Con questa nuova comprensione di come i parassiti sono stati in grado di contrastare gli effetti della atovaquone, i ricercatori possono ora progettare nuovi farmaci antimalarici con caratteristiche fare la comparsa di resistenza più improbabile.

"Entro i prossimi 3-5 anni, speriamo di sviluppare un nuovo farmaco che finalmente ci potenziare per il trattamento di questa terribile malattia", ha detto Trumpower.

Dartmouth Medical School co-autori del documento sono il Dr. Jacques Kessl, socio di ricerca in biochimica, Kevin Ha, Anne Merritt e Benjamin Lange. Altri co-autori sono Dr Brigitte Meunier e Philip Hill dell'Istituto Wolfson per la Ricerca Biomedica a Londra e il dottor Steven Meshnick presso la University of North Carolina, Chapel Hill.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha