I neuroni trapiantati ripristinare la funzione nei ratti dopo ictus

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Trapianti di neuroni umani derivati ​​da un tumore restaurato il movimento e la funzione del comportamento di ratti sottoposti a ictus sperimentale in uno studio congiunto da ricercatori della University of South Florida College of Medicine e della University of Pennsylvania Medical Center. I nuovi risultati sono riportati nel numero di febbraio appena pubblicato della rivista Experimental Neurology.

I neuroni originati in una linea cellulare di tumore embrionale che è stato trattato con acido retinoico in un processo per differenziare le cellule e per renderli benigna.

Significativamente, quando le cellule neuronali umane sono stati congelati e poi scongelati prima del trapianto, hanno dimostrato ugualmente efficace come cellule fresche per alleviare i sintomi di ictus nei ratti. Inoltre, le cellule tumorali derivate da non ritornano alla crescita abnorme dei tessuti dopo il trapianto nel cervello dei ratti.




"Questo suggerisce che il trapianto di cellule neuronali umane può essere una valida alternativa al tessuto fetale in colpi trattamento e di altre patologie neurodegenerative", spiega Paul R. Sanberg, PhD, professore e direttore della ricerca neurochirurgico a USF e autore senior dello studio. "Resistenza Gli innesti" agli effetti della crioconservazione è piuttosto notevole. Cellule cerebrali fetali congelati non sopravvivono a lungo dopo lo scongelamento. "

Trapianto sperimentale utilizzando cellule cerebrali fetali ha avuto successo in un piccolo numero di pazienti con malattia di Parkinson, ma il potenziale per l'uso diffuso di tessuto fetale è limitata, in parte a causa delle difficoltà connesse con la conservazione.

"Il potenziale clinico è che una prestazione prontamente disponibile di cellule neuronali umane crioconservati, effettuate in condizioni controllate e conservati congelati, potrebbe essere usato come terapia sostitutiva per invertire i deficit di ictus", osserva Virginia M.-Y. Lee, PhD, professore di patologia e medicina di laboratorio a Penn e coautore dello studio.

Lee e Penn collega John Q. Trojanowski, MD, PhD, anche un professore di patologia e di Medicina di Laboratorio e di studio coautore, hanno sviluppato una procedura per isolare e purificare i neuroni NT2N da una cultura di cellule miste rimossi da un tumore canceroso umana. Il trattamento con acido retinoico alterato le cellule in modo da diventare noncancerous e differenziata per assumere le caratteristiche di neuroni.

Il processo è stato brevettato dalla University of Pennsylvania Medical Center e la licenza per Layton BioScience Inc. di Atherton, in California, che ha fornito le cellule utilizzate nello studio USF. Layton BioScience sta sviluppando le cellule, denominati commercialmente HNT-neuroni, per il trattamento di diversi disturbi neurologici.

Negli esperimenti, i ricercatori hanno impiantato la USF HNT-neuroni nel cervello di ratti. In ratti trattati con farmaci immunosoppressori per controllare il rigetto del trapianto, la funzione è stato restaurato e mantenuto per più di sei mesi dopo il trapianto.

"Il HNT-neuroni erano altrettanto favorevole come cellule cerebrali fetali solo nel migliorare il movimento e recupero comportamentale", osserva Sanberg.

La University of South Florida Health Sciences Center è laureato 2.000 medici, 3.300 infermieri e 1.000 professionisti della sanità pubblica. Nel 1996-1997, 350 docenti-medici nel College of Medicine gestite 470.000 visite di pazienti, HSC ricerca sponsorizzata superato $ 50 milioni, ei medici USF fornito 20 milioni di dollari di cure non compensata.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha