I pazienti che non rispondono alle Treatment A universale Problem

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti che non soddisfano il loro trattamento dermatologico è un problema universale che i medici devono affrontare, secondo Steven Feldman, MD, Ph.D., da Wake Forest University School of Medicine in un editoriale pubblicato in questo numero di Archives of Dermatology. Ha detto che il mancato rispetto può spiegare perché alcune condizioni possono sembrare resistente al trattamento.

"I medici devono sviluppare misure concrete per migliorare i pazienti 'comportamento compliance: stabilire relazioni forti, fiduciosi medico-paziente, la scelta di farmaci che possono andare bene dei pazienti stili di vita, utilizzando materiali di educazione del paziente progettati per motivare senza rischi troppo stressanti, e la pianificazione di una visita di follow-up poco dopo l'avvio di una nuova terapia ", scrive Feldman, professore di dermatologia.

Feldman dice che gli studi di ricerca di dermatologia che comportano la registrazione elettronicamente l'uso dei pazienti di un trattamento, senza rendersene conto, mostrano che il mancato rispetto è più diffuso che in precedenza stimato.




"Capire che non aderenza al trattamento è molto diffusa è essenziale per affrontare molte delle difficili da gestire dilemmi malattia della pelle visto in dermatologia,", ha detto Feldman. "Affrontando il rispetto, siamo in grado di ottenere una migliore successo per i pazienti con psoriasi e altre malattie croniche della pelle."

Feldman dice che ha avuto esperienza personale con non conformità paziente. Aveva acne e voleva vedere come attuali farmaci anti-acne funzionano. Ha progettato per scattare una foto del rash, mettere la medicina in una volta al giorno e poi scattare una fotografia una settimana più tardi.

"Volevo essere sicuro di non dimenticare di applicare il farmaco, così ho messo in cima alla mia spazzolino," ha detto. "La prima notte ho utilizzato il farmaco. La seconda notte sono riuscito a lavarmi i denti e ancora dimenticate di mettere il farmaco in. La terza e quarta notte sono andato fuori città e si è dimenticato di portare il farmaco con me. E tendo a essere sul lato ossessivo compulsivo! "

Dimenticanza del paziente è solo una parte del problema, ha detto. A volte, i pazienti considerano il trattamento la parte peggiore della malattia. Ad esempio, la psoriasi del cuoio capelluto può sembrare resistente al trattamento, ha detto. In realtà, i trattamenti psoriasi probabilmente funzionano meglio sul cuoio capelluto che su altre aree della pelle, se i pazienti avrebbero basta applicare il farmaco.

Piuttosto che avere i pazienti tentano continuamente nuovi trattamenti per la psoriasi del cuoio capelluto, si suggerisce di avere pazienti cercano il trattamento per tre o quattro giorni.

"E 'molto più facile essere compiacente per tre o quattro giorni che per otto settimane", ha detto Feldman. "Dopo di che, i pazienti sanno di avere un trattamento che funziona e lo userà come necessario per mantenere il loro psoriasi del cuoio capelluto sotto controllo."

Ha detto che in caso di prescrizione di farmaci, i medici devono prendere in considerazione quale forma è più suscettibile di essere utilizzato. Molti pazienti preferiscono pillole su creme e unguenti, ha detto. Un'altra opzione è trattamenti medico-somministrato, come le iniezioni, che assicureranno l'adesione.

Feldman dice medici non dovrebbero essere sorpresi dalla scarsa aderenza ad usare creme e unguenti in ambiente domestico, in particolare coinvolgendo i pazienti pediatrici.

"Quelli di noi che sono genitori riconosceranno quanto sia difficile applicare la protezione solare o di altri agenti topici per i nostri figli", ha detto.

Oltre a considerare la forma di terapia che i pazienti hanno più probabilità di utilizzare, Feldman detto rapporto medico-paziente è una parte importante dell'equazione. Ha detto che la ricerca dimostra che se i pazienti sono soddisfatti della loro visita medica tre giorni dopo, sono più propensi a segnalare un miglioramento della loro condizione di un mese dopo.

"I pazienti che sono più soddisfatti della loro visita sono più fiducioso del loro medico, preoccuparsi meno effetti collaterali e utilizzare il farmaco più regolarmente," ha detto.

Co-autori di Feldman sono Saba M. Ali, BS, Robert T. Brodell, MD, e Rajesh Balkrishnan, Ph.D., tutti con Wake Forest.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha