I pazienti con epatite C Risolto probabilmente ancora Contagious

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti con epatite C cronica che è stato risolto attraverso la terapia o la risposta immunitaria potrebbe essere ancora in grado di infettare gli altri con il virus.

Circa 170 milioni di persone nel mondo sono infettate con il virus dell'epatite C, che può progredire ad epatite cronica, cirrosi e anche il cancro al fegato. In alcuni individui, l'infezione sembra risolvere, spontaneamente dagli sforzi del sistema immunitario, o dopo il trattamento con interferone e ribavirina.




I pazienti che raggiungono una risposta virale sostenuta non presentare segni clinici o biochimici di malattia epatica e test standard non può più rilevare il virus nel loro sangue. Tuttavia, i test di ricerca più sensibili stanno scoprendo che tali pazienti hanno spesso ancora minuscole quantità di virus nei loro corpi. Nessuno sa se questi resti traccia sono infettive.

I ricercatori guidati da Tomasz I. Michalak della Memorial University di Newfoundland, Canada hanno esaminato la questione con un sistema che permette la propagazione di HCV nelle cellule T umane in vitro.

Hanno iniziato con nove pazienti con HCV che avevano raggiunto una risposta sostenuta virale che persiste per almeno due anni dopo il trattamento. HCV RNA era rilevabile nel sangue solo con i test più sensibili.

I ricercatori hanno istituito dodici colture di cellule linfoidi da donatori sani, e li esposti al plasma o ai sovranatanti di coltura circolanti cellule linfoidi dei pazienti con HCV. Undici delle colture cellulari sono diventati HCV RNA positivo. Inoltre, HCV da tre dei nove pazienti è stato in grado di stabilire la replica HCV attiva nelle culture.

"Questi risultati forniscono prove in vitro che le quantità in tracce di HCV persistere nella circolazione per molto tempo dopo terapeuticamente indotto risoluzione del CHC possono rimanere infettive," gli autori di relazione.

interessante, la replicazione di HCV in cellule T è stato impedito dopo neutralizzazione del virus, e per trattamento con interferone.

Questo studio è il primo a indagare l'infettività di HCV tracce che rimangono quando l'infezione è occulta. Concorda con studi sugli animali precedenti della stessa domanda.

"I nostri risultati attuali rivelano che l'HCV circola in alcuni individui con epatite C è risolto in grado di indurre un'infezione produttiva in vitro a dosi di 20 a 50 copie," concludono gli autori. "Questo può essere interpretato come una chiara indicazione di potenziale infettività del virus in vivo."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha