I pazienti obesi che si sentono giudicati dai medici meno probabilità di perdere peso, spettacoli di studio

Maggio 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone in sovrappeso e obese che si sentono i loro medici sono giudicante delle loro dimensioni sono più propensi a cercare di perdere peso, ma sono meno probabilità di successo, secondo i risultati di uno studio condotto da ricercatori della Johns Hopkins.

I risultati, riportati on line la scorsa settimana nella rivista Preventive Medicine, suggeriscono che i medici di assistenza primaria devono perdere gli atteggiamenti negativi dei loro pazienti possono percepire se l'obiettivo è quello di ottenere i pazienti con obesità di perdere il 10 per cento o più del loro peso corporeo - un importo di solito abbastanza grande per ridurre la pressione sanguigna, colesterolo e rischio di diabete.

"Incontri negativi possono richiedere un tentativo di perdita di peso, ma il nostro studio dimostra che non si traducono in un successo", dice il leader di studio Kimberly A. Gudzune, MD, MPH, assistente professore e la Divisione di Medicina Interna Generale presso l'Università Scuola Johns Hopkins di Medicina. "Idealmente, abbiamo bisogno di parlare di perdita di peso senza fare i pazienti sentono di essere giudicati. E 'una linea sottile a camminare, ma se siamo in grado di farlo con la sensibilità, un sacco di pazienti potrebbe trarre beneficio."




La Task Force US Preventive Services ha raccomandato che i pazienti obesi operatori sanitari consigliare per perdere peso, e il Centers for Medicare e Medicaid Services ora copre qualche consulenza comportamentale correlato alla perdita di peso. Ma Gudzune e il suo team sospetta la pervasività di atteggiamenti negativi e fornitore peso stigma può limitare l'efficacia del consiglio ai fornitori di cure primarie per questi pazienti.

Per testare questa idea, i ricercatori hanno condotto un sondaggio nazionale basato su Internet di 600 adulti con un indice di massa corporea di 25 o più che vedono regolarmente i loro medici di assistenza primaria. È stato chiesto ai partecipanti, "Negli ultimi 12 mesi, hai mai la sensazione che questo medico si giudicato a causa del vostro peso?" Venti per cento dei partecipanti ha detto che credevano fossero stati.

Inoltre, il 96 per cento di coloro che si sono sentiti giudicati fatto rapporto il tentativo di perdere peso nel corso dell'anno precedente, rispetto al 84 per cento che non ha fatto. Ma solo il 14 per cento di coloro che si sentivano giudicato e che ha anche discusso la perdita di peso con il loro medico ha perso il 10 per cento o più del loro peso corporeo, mentre il 20 per cento che non si sentiva giudicato e anche discusso spargimento di sterline perso un importo analogo.

Avere una conversazione di perdita di peso le persone chiaramente aiutato a perdere più peso, lo studio ha trovato. Solo il 9 per cento di coloro che si sono sentiti giudicati ma non ha discusso la perdita di peso con il loro medico ha perso oltre il 10 per cento del loro peso corporeo, mentre il 6 per cento di coloro che non si sentivano giudicato né discusso la perdita di peso con il loro medico ha fatto.

Nel complesso, solo due terzi dei partecipanti hanno riferito che i loro medici hanno portato la perdita di peso.

"Molti medici evitano la conversazione perché non vogliono fare chiunque sento male, preoccuparsi faranno creano una spaccatura con i loro pazienti, se anche tirarlo su. Ma questo non è nel migliore interesse dei pazienti in termini di tempo salute-termine ", dice Gudzune.

Gudzune, la cui pratica si concentra proprio su obesità, dice che i medici possono avere bisogno di essere insegnato come parlare del tema in modo tale da rendere i pazienti si sentono compresi e supportati.

Lei dice che è anche utile per iniziare con piccoli passi di perdita di peso, come ad esempio una riduzione del 10 per cento in peso. Un obiettivo a lungo termine più ampio, per esempio, di perdere 70 o £ 100 può essere una messa a punto per la frustrazione e fallimento quando affrontato tutto in una volta.

"Noi non vogliamo sopraffare loro", dice. "Se siamo i loro sostenitori in questo processo - e non i loro critici - si può davvero aiutare i pazienti ad essere più sani attraverso la perdita di peso."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha