I prioni Collegati Colesterolo alla neurodegenerazione

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Infezione prionica dei neuroni aumenta il contenuto di colesterolo nelle membrane cellulari. Un nuovo studio suggerisce che i disturbi in colesterolo di membrana possono essere il meccanismo attraverso il quale prioni causano neurodegenerazione e potrebbe indicare un ruolo per il colesterolo in altre malattie neurodegenerative.

E 'opinione diffusa che i prioni (proteine ​​solo materiale infetto) sono la causa di rare patologie neurodegenerative progressive che colpiscono gli esseri umani e gli animali. Un prione è un agente infettivo fatta esclusivamente di proteine. Ma ciò che non è noto è come i prioni danneggiano le cellule cerebrali (neuroni).

Dr Clive Bate e colleghi del Royal Veterinary College nel Regno Unito a confronto la quantità di proteine ​​e di colesterolo in linee cellulari neuronali prioni infetti e neuroni corticali primari con controlli non infetti. I livelli di proteine ​​erano simili, ma la quantità di colesterolo totale (una miscela di colesterolo libero ed esterificato) era significativamente più elevata nelle linee cellulari infette.




Il saldo colesterolo risente inoltre: la quantità di colesterolo libero aumentato ma quello di esteri del colesterolo ridotto, suggerendo che l'infezione prionica colpisce regolazione colesterolo. La squadra tentato di riprodurre gli effetti del prioni sui livelli di colesterolo, stimolando biosintesi del colesterolo o aggiungendo colesterolo esogeno. Entrambi gli approcci hanno comportato una maggiore quantità di esteri del colesterolo, ma non di colesterolo.

Il colesterolo è pensato per influenzare la funzione delle membrane cellulari e di portare all'attivazione anormale della fosfolipasi A2, un enzima coinvolto nella deplezione dei neuroni prioni e il morbo di Alzheimer.

Gli studi hanno recentemente dimostrato che i livelli di colesterolo di controllo all'interno del cervello è fondamentale nel limitare lo sviluppo di malattie neurodegenerative come l'Alzheimer, il Parkinson e le malattie da prioni, la sclerosi multipla, e la demenza senile. Questo studio fornisce ora visione molto più specifico nel tipo di meccanismi di lavoro. Dott Bate ha dichiarato: "Le nostre osservazioni sollevano la possibilità che i disturbi di colesterolo di membrana indotte da prioni sono grandi eventi scatenanti in neuropathogenesis delle malattie da prioni".

Journal riferimento: Sequestro di colesterolo nelle membrane delle cellule da prioni è correlata con citoplasmatica attivazione fosfolipasi A2. Clive Bate, Mourad Tayebi e Alun Williams. BMC Biology (in corso di stampa).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha