I problemi di sonno sono comuni nei soldati americani di ritorno dal dispiegamento di guerra

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Vi è estremamente alta prevalenza di disturbi del sonno a soldati americani di ritorno dal dispiegamento di guerra, secondo una ricerca astratta presentato 8 giugno 2010, a San Antonio, Texas, al SONNO 2010, la riunione annuale 24 della Associated Professional Sleep Societies LLC.

I risultati indicano che l'86 per cento dei partecipanti ha avuto disturbi del sonno al ritorno dalla distribuzione e dopo 45 giorni, anche se la maggior parte di loro non aveva segni di disturbi da stress post-traumatico o la depressione. I soldati avevano una maggiore probabilità di avere disturbi del sonno, se avevano una storia personale di problemi di sonno, sintomi di malattie fisiche o lieve lesione cerebrale traumatica.

"Questo è il primo studio a descrivere la prevalenza di disturbi del sonno in due diversi momenti in soldati di ritorno dalla distribuzione senza alcun trauma fisico risulta dai blasti o amputazione", ha detto il ricercatore principale Maggiore Betty Garner, PhD, uno scienziato infermiera in Nursing Research Ufficio a Landstuhl Regional Medical Center di Landstuhl, in Germania. "La scoperta più sorprendente di questo piccolo campione preliminare era l'altissima percentuale di disturbi del sonno in soldati, anche 45 giorni dopo il loro ritorno dalla distribuzione del tempo di guerra di nuovo negli Stati Uniti - la zona di sicurezza."




Maggiore Garner ha condotto lo studio come studente di dottorato presso l'Università di Washington, dove ha proiettato 58 soldati americani di età compresa tra 23 e 58 anni tra. I partecipanti sono stati valutati immediatamente al ritorno dalla distribuzione e 45 giorni più tardi con la Pittsburgh Sleep Quality Index, Post Deployment Assessment Salute, percepito Scala stress e Scala combattimento esposizione.

Gli Stati Uniti hanno schierato più di un milione di soldati a sostegno delle operazioni all'estero in Iraq e in Afghanistan dal 2001. I ricercatori hanno osservato che lo stress e l'incertezza coinvolti con distribuzione possono avere un impatto sulla qualità del sonno dei soldati.

Disturbi del sonno Secondo Maggiore Garner, studi precedenti hanno dimostrato può essere un sintomo di condizioni mediche o di un fattore di rischio per lo sviluppo di disturbi di salute mentale e fisica esistente. Pertanto, la richiesta di trattamento di disturbi del sonno in soldati di ritorno dalla distribuzione potrebbe mitigare futuri problemi di salute fisica e mentale.

"Si prevede che questa conoscenza faciliterà l'identificazione delle persone a rischio di disturbi del sonno e l'offerta di istruzione per gli operatori sanitari nel ruolo cruciale del sonno nei nostri soldati", ha detto il maggiore Garner.

Lo studio è stato sostenuto da TriService Nursing della US Military Research Program presso l'Università in uniforme Servizi delle Scienze della Salute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha