I raggi ultravioletti creduto per prevenire la diffusione della varicella

Giugno 10, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I raggi ultravioletti aiutare a prevenire la diffusione della varicella, che significa persone in climi più miti sono più a rischio di contrarre la malattia, secondo una nuova ricerca. La scoperta potrebbe portare a nuovi modi di prevenire la varicella e il suo più grave relativa, herpes zoster.

Un ricercatore di San Giorgio, Università di Londra ha scoperto che la varicella è molto meno comune nei luoghi con livelli di raggi UV elevato, rispetto a quelli con livelli bassi.

È noto da tempo che i raggi UV possono inattivare virus. Tuttavia, virologo Dr. Phil Rice crede che i suoi risultati indicano che i raggi UV possono inattivare il virus varicella-zoster - il virus dell'herpes responsabile per varicella e herpes zoster - sulla pelle prima che trasmette ad un'altra persona. Questo spiega il motivo per cui c'è meno trasmissione nei tropici, dove la varicella è molto meno frequente rispetto ai paesi temperati. Sarebbe anche spiegare perché i picchi varicella nelle zone temperate - dove è stagionale - in inverno e primavera, quando i raggi UV sono più bassi.




In precedenza, si pensava che le differenze geografiche nell'incidenza varicella erano collegati al calore, umidità, densità di popolazione, o infezione con altri virus che proteggono contro di essa.

Dr Rice ha esaminato i dati provenienti da 25 studi sulla varicella-zoster modelli di prevalenza del virus in entrambe le aree temperate e tropicali di tutto il mondo. Ha tracciato i dati contro una serie di fattori climatici, per esaminare quali potrebbero essere le cause più probabili di aumento della prevalenza. I dati hanno mostrato che - una volta di altri fattori sono stati esclusi - i raggi UV sono l'unico fattore per abbinare i modelli di infezione in ogni paese studiato.

Dr Rice, il cui studio è stato pubblicato nel Journal Virology, ha detto: "Nessuno aveva considerato come un fattore UV prima, ma quando ho guardato gli studi epidemiologici hanno mostrato una buona correlazione tra latitudine globale e la presenza del virus.

"Un fattore convincere delle ipotesi è che c'era una spiegazione per ogni anomalia. Ad esempio, il picco di incidenza di varicella in India e Sri Lanka è durante il, asciutto, la stagione di sole caldo. Ci si aspetterebbe varicella per essere al suo più basso a questa volta, quindi in un primo momento questo non andava bene la teoria. Tuttavia, questo è stato spiegato perché i raggi UV sono in realtà molto più bassi durante la stagione secca rispetto al periodo dei monsoni. Nella stagione secca, l'inquinamento in atmosfera riflette i raggi UV nello spazio davanti a noi che raggiungano. Ma nella stagione dei monsoni, le piogge lavano via l'inquinamento, cioè i raggi UV possono passare. "

Dr Rice crede che anche i suoi risultati mostrano perché due tipi genetici distinti di virus hanno formato - un tipo temperato e una tropicale. Ha scoperto che il genotipo temperato trasmesso solo ai tropici quando le radiazioni UV è stato sia ridotto o negato. È stato trovato per trasmettere in casa, per esempio, ma non al di fuori. Il genotipo tropicale, tuttavia, è stato trovato per trasmettere in tropici in presenza di raggi UV, suggerendo che ha una certa resistenza. Dr Rice crede che questo sia perché la linea virus temperato - che si staccò dal genotipo tropicale originaria - ha perso la resistenza ai raggi UV ancora presente nella linea tropicale.

"Per la linea virus temperato per aver perso il vantaggio selettivo di resistenza ai raggi UV come staccò dal virus tropicale originale, deve essere ottenuto un vantaggio nel ciclo di vita del virus come un trade off evolutivo. Un vantaggio evidente sarebbe un possibilità di riattivare più facilmente, come fuoco di Sant'Antonio. Il virus può avere solo uno di questi vantaggi sopravvivenza, non entrambe. Questo potrebbe spiegare perché scandole sembra essere molto meno comune nelle persone dai tropici, e perché il virus temperato riattiva molto più prontamente quelli di tipo tropicale. "

Quando il vaccino contro la varicella esistente è stato creato nel 1970, non si sapeva che c'erano due tipi di virus. Il dottor Rice crede che i suoi risultati potrebbero contribuire allo sviluppo di nuovi trattamenti per la varicella e l'herpes zoster, che provoca notevole dolore e disagio in età avanzata. Dice sono necessari ulteriori studi per esaminare pienamente l'effetto dei raggi UV sul virus.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha