I ricercatori di stabilire che MS e il diabete sono strettamente legate Malattie

Aprile 12, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Toronto, 20 marzo 2001 - Un team di ricercatori guidato da Hospital for Sick Children (HSC) scienziato senior Michael Dosch ha stabilito che la sclerosi multipla e il tipo I (giovanili) diabete mellito sono molto più strettamente legato di quanto si pensasse, tra cui la mucca ruolo proteine ​​del latte gioca come fattore di rischio per lo sviluppo di malattie sia per le persone che sono geneticamente suscettibili. Questa ricerca è stata pubblicata in questi ultimi numeri di The Journal of Immunology (1 ° aprile e 15 febbraio 2001).

La sclerosi multipla (SM) e diabete mellito di tipo I sono malattie autoimmuni, in cui il sistema immunitario del corpo attacca le proprie dei tessuti. Le malattie sono completamente diverso clinicamente, ma hanno distribuzione etnica e geografica quasi identico, le somiglianze genetiche, e, come è ormai noto, comune fattori di rischio ambientali.

In una collaborazione tra The Hospital for Sick Children, Ospedale di San Michele e l'ospedale pediatrico di Pittsburgh, il laboratorio del Dr. Dosch scoperto un elevato grado di somiglianza nella autoimmunità dei pazienti con SM e diabete, e che un modello ampiamente utilizzato il mouse per il diabete potrebbe anche sviluppare una malattia MS-like.




"Con nostra grande sorpresa, abbiamo scoperto che immunologicamente, diabete di tipo I e la sclerosi multipla sono quasi la stessa - in una provetta si può a malapena dire le due malattie a parte", ha detto il dottor Dosch, ricercatore principale dello studio, scienziato senior l'Istituto di Ricerca HSC, e un professore di Pediatria e Immunologia presso l'Università di Toronto (U of T). "Abbiamo scoperto che l'autoimmunità non è specifico per il sistema di organi colpiti dalla malattia. In precedenza si pensava che in MS autoimmunità si svilupperebbe nel sistema nervoso centrale, e nel diabete si sarebbe trovato solo nel pancreas. Abbiamo scoperto che entrambi tessuti sono mirati in ogni malattia. "

Nel diabete e MS, vi è una lunga, estenuante periodo di anni malattia silenziosa prima della comparsa dei sintomi e la diagnosi della malattia. Nel diabete, è questa fase "pre-diabete" che si rivolge da interventi di bloccare lo sviluppo della malattia conclamata. Sforzi analoghi sono in programma per le persone ad alto rischio per la SM.

"Stiamo progettando un grande studio internazionale con centri in Canada e negli Stati Uniti per verificare la possibilità di interventi durante il pre-MS fase", ha aggiunto il dottor Dosch.

Uno dei principali fattori di rischio ambientale per il diabete è l'esposizione alle proteine ​​del latte vaccino. Sulla base del ruolo delle proteine ​​del latte di mucca come fattore di rischio per lo sviluppo di diabete di tipo I, uno studio di prevenzione del diabete globale internazionale chiamato TRIGR - Trial per ridurre il diabete insulino-dipendente nel geneticamente a rischio - dovrebbero iniziare entro la fine dell'anno, con il Dr. Dosch come sedia scienza di base del processo. Nel primo passo per verificare fino a che punto le somiglianze tra SM e diabete vanno, i ricercatori dello studio hanno cercato segni di immunità anormale di latte vaccino in pazienti con SM. Tali anomalie sono stati effettivamente trovati nella maggior parte dei pazienti, il che suggerisce che i processi simili possono contribuire ad entrambe le malattie. Se confermato in uno studio di famiglia più grande e prospettiva, potrebbe diventare possibile progettare mezzi alimentari di influenzare il decorso della SM e il diabete.

"Le somiglianze riscontrate tra SM e diabete di tipo I apriranno nuove vie di ricerca. Il nostro prossimo obiettivo sarà quello di studiare i familiari MS per i segni di precoce MS", ha detto il dottor Paul O'Connor, capo della clinica SM a St. Ospedale di Michael, un co-autore dello studio e professore associato di Neurologia presso U di T.

### Altri collaboratori di questa ricerca sono stati: Shawn Winer, Igor Astsaturov, Roy K. Cheung, Lakshman Gunaratnam, Denise D. Wood e il Professor Mario Moscarello, tutto dal Research Institute HSC; Colin McKerlie, Sunnybrook and Women Health Sciences Centre e dell'Università di Toronto; e il professor Dorothy J. Becker, Ospedale pediatrico di Pittsburgh e l'Università di Pittsburgh.

Il finanziamento per questa ricerca è stato fornito dal Canadian Institutes of Health Research, la Juvenile Diabetes Foundation, la Canadian Diabetes Association, i National Institutes of Health e del Fondo Renziehausen.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha