I ricercatori Mount Sinai Identificare chiave per controllare l'HIV

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

New York - I ricercatori della Mount Sinai School of Medicine hanno trovato-alpha defensina-1, una proteina presente nelle cellule immunitarie, in grado di controllare l'infezione da HIV da almeno due meccanismi. Studi precedenti hanno esaminato soprattutto il ruolo di defensine in malattie batteriche. Uno studio pubblicato il 1 marzo edizione cartacea del Journal of Clinical Investigation (JCI) esamina il ruolo di sostanze antivirali naturali.

Theresa Chang e colleghi della Mount Sinai School of Medicine hanno analizzato come alpha-defensina-1 inibisce l'infezione da HIV nelle cellule bianche del sangue (cellule CD4 + T). Defensine hanno mostrato di avere attività anti-HIV. Il corpo cerca di proteggersi dall'infezione da HIV attraverso il sistema immunitario innato.

"Comprendere il meccanismo attraverso il quale le difese dell'ospite naturale funzionano contro i virus come l'HIV ci darà comprensione comprensione della relazione virus host" dice Theresa Chang, PhD, primo autore dello studio e assistente professore di medicina alla Mount Sinai School of Medicine. "Questo studio suggerisce che possono essere molto importante non solo per l'HIV, ma ad altre infezioni virali."




I ricercatori mostrano che l'alfa-defensine-1 combatte HIV in due modi diversi. Senza siero (la parte acquosa del sangue che rimane quando le cellule del sangue vengono rimossi) dove carica virale è bassa, l'alfa-defensina-1 inattiva direttamente virus HIV. Quando il siero è presente, l'alfa-defensina-1 agisce sulle cellule vulnerabili per bloccare l'infezione da HIV. Gli autori mostrano anche che il modo alfa-defensine-1 isolati HIV in cellule sia inibendo una molecola di segnalazione cellulare CD4 + chiamato PKC.

"Capire le interazioni complesse con cui un-defensine fanno una cella meno suscettibile al virus HIV può aprire nuove strade da esplorare per la prevenzione e la terapia", spiega Mary E. Klotman, MD, senior autore e direttore di Malattie Infettive presso il Mount Sinai Medical Center.

I risultati offrono comprensione della funzione di alpha-defensina-1 sia il virus e la cellula e l'immunità innata contro l'HIV. Inoltre, questo studio fornisce una base per sviluppare farmaci defensina-like per la prevenzione dell'HIV e per uso terapeutico in pazienti che sono già infetto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha