I ricercatori sfruttano il sistema immunitario per combattere il cancro al pancreas

Aprile 16, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Stiamo utilizzando immagini per capire l'eterogeneità di trattamento che si può vedere in immunoterapia - non tutti i tumori all'interno del corpo di un paziente di reagire allo stesso modo, anche a fronte di trattamenti potenti, e ora abbiamo un modo per seguire questi trattamento unico risposte in pazienti in tempo reale ", ha detto l'autore Gregory Beatty, MD, PhD, professore assistente presso la divisione di Ematologia/Oncologia nel Abramson Cancer Center.

La relazione si basa sui risultati preliminari di risultati in entrambi gli esseri umani e topi pubblicato su Science nel 2011. Il nuovo approccio sfrutta una reazione immunitaria nel microambiente del tumore primario del paziente di mira un immunitario molecola di superficie cellulare CD40 per trasformare un tipo di globuli bianchi noto come macrofagi contro il tumore facendoli attaccare stroma, il sostegno tessuto fibrotico del tumore che agisce come una barriera difensiva alle terapie standard. Il trattamento mangiato via a questo stroma, in ultima analisi, causando una forte contrazione di alcuni tumori primari, e che colpisce l'attività metabolica delle lesioni sia primari e metastatici. Dei 21 pazienti trattati con la combinazione di farmaci, cinque pazienti che hanno ricevuto almeno un ciclo di trattamento sviluppato una risposta parziale, definita come una diminuzione della dimensione del tumore di almeno il 30 per cento.




Lo studio nuovo anche misurato l'efficacia dell'applicazione di un nuovo approccio per l'imaging FDG/PET-CT, per rivelare le risposte metaboliche dei singoli tumori. FDG/PET-CT utilizza un tracciante radioattivo di glucosio per individuare l'assorbimento del glucosio all'interno dei tumori, rivelando i luoghi dove le cellule metabolicamente attive. In genere i medici e radiologi riportano solo la captazione massima di glucosio all'interno di un tumore utilizzando questa tecnica di imaging; Tuttavia, il nuovo studio ha dimostrato che il metabolismo del glucosio può essere quantificata entro i singoli tumori o all'interno di organi, e in tutto il corpo, per fornire una misura del carico totale tumorale.

Il team ha scoperto che, mentre i tumori primari sembravano rispondere più o meno uniformemente ad ogni ciclo di trattamento, i tumori variano nelle loro reazioni al trattamento. "Abbiamo inserito delle immagini già due settimane dopo la prima dose del trattamento, e siamo in grado di vedere i cambiamenti e le risposte in termini di metabolismo del glucosio, anche in questo punto di tempo all'inizio del trattamento, che prevedevano quanto bene i pazienti avrebbero risposto due mesi dopo "dice Beatty. Il team spera di applicare l'utilizzo di FDG/PET-CT per monitorare le risposte al trattamento durante altre terapie immuno-based nel cancro del pancreas.

Determinazione le ragioni di queste risposte diverse sarà un importante passo successivo in questo lavoro. L'approccio di imaging unico, note Beatty, rivela una nuova visione della biologia del cancro del pancreas e la sua resistenza al trattamento. In questo modo il team di ricerca per accelerare il progresso attraverso un modello unico che si muove rapidamente avanti e indietro tra il laboratorio e la clinica: "Stiamo prendendo di nuovo al banco e, allo stesso tempo, applicandolo al capezzale con ulteriori studi clinici . "

L'effetto collaterale più comunemente osservato del trattamento era sindrome da rilascio di citochine, in genere si manifesta come brividi e rigidità. Un paziente con una precedente storia di malattia vascolare ha subito un ictus poco dopo l'inizio della terapia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha