Identificare i fumatori a più alto rischio di sviluppare il cancro ai polmoni: Ricercatori scoprono nuovo approccio

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) in collaborazione con i ricercatori della University of Utah, hanno scoperto un nuovo approccio per identificare i fumatori a più alto rischio di sviluppare il cancro ai polmoni. I risultati, che appaiono nel numero 7 aprile di Science Translational Medicine, permetteranno ai ricercatori di utilizzare un approccio genomico per prevenire il cancro al polmone in questi individui e per personalizzare chemioprofilassi e terapia dei tumori.

Il fumo di sigaretta è la causa dominante di cancro al polmone negli Stati Uniti, che rappresentano circa il 90 per cento di tutti i casi. Mentre solo il 10-20 per cento dei fumatori di sviluppare il cancro ai polmoni nel corso della loro vita, non esistono attualmente strumenti disponibili per identificare quale dei circa 90 milioni di fumatori attuali ed ex negli Stati Uniti sono a più alto rischio. Purtroppo, la diagnosi è spesso fatta in una fase molto avanzata in cui il trattamento è in gran parte inefficace. I danni causati da fumo, tuttavia, non è limitata esclusivamente al polmone, ma costituisce un 'campo pregiudizio' nell'intero tratto respiratorio che è esposta alla tossina.

Coerente con questa idea, autore principale dello studio Avrum Spira, MD, MSc, capo della sezione di biomedicina computazionale nel reparto di medicina presso BUSM ed i suoi colleghi, in precedenza ha sviluppato un biomarcatore basata espressione genica misurata nel citologico normale epitelio delle vie aeree bronchiali che riflette risposta fisiologica di una persona di fumare e distingue i fumatori con e senza cancro ai polmoni. Anche se questo biomarcatore è successo a diagnosticare il cancro ai polmoni, ma non identifica le vie di segnalazione alla base di questi cambiamenti di espressione genica.




Utilizzando un nuovo approccio basato espressione genica per definire le firme pathway oncogenici, i ricercatori, in collaborazione con il Dr. Andrea Bild presso l'University of Utah, hanno ora scoperto che l'espressione di geni appartenenti ad uno specifico percorso correlate al cancro, PI3K, sono attivata nelle cellule che rivestono le vie respiratorie dei fumatori con cancro del polmone. Questa attività di espressione genica nelle cellule normali vie aeree prossimali precede lo sviluppo del cancro ai polmoni e può essere invertito con un agente chemiopreventivo specifico (mio-inositolo) che gli obiettivi di questo percorso.

"Questo risultato è significativo in quanto queste cellule possono essere ottenuti in modo relativamente non invasiva dalle vie aeree dei fumatori a rischio di cancro ai polmoni, e non richiede il campionamento invasivo del tessuto polmonare, dove normalmente sorgono tumori del polmone", ha detto Spira, che è anche un farmaco professore associato e patologia a BUSM.

I ricercatori BUSM poi continuato a convalidare le loro conclusioni misurando l'attività biochimica di questo percorso nelle cellule epiteliali delle vie aeree da un gruppo indipendente di fumatori con e senza cancro ai polmoni. "Abbiamo scoperto che questo percorso PI3K attività genica è diminuita nelle vie aeree dei fumatori ad alto rischio che hanno avuto una regressione (o miglioramento) delle loro lesioni precancerose in seguito al trattamento con un potenziale agente chemiopreventivo cancro ai polmoni chiamato mio-inositolo, e dimostrato che myo inositolo inibisce il percorso PI3K in linee cellulari di cancro al polmone ", ha aggiunto.

Secondo i ricercatori, i dati suggeriscono che misura l'attività genica delle vie aeree può aiutare a determinare quali specifici percorsi di cancro sono state liberalizzate in un singolo fumatore, permettendo di adattare un farmaco specifico che si rivolgerà la via per ridurre il rischio che di individuale di cancro al polmone . "Questo rappresenta un progresso importante nel campo della prevenzione del cancro al polmone in quanto attualmente non esistono strategie efficaci per la prevenzione del cancro al polmone tra i fumatori ad alto rischio. Il nostro lavoro ha il potenziale per aiutare ad affrontare l'enorme e crescente onere salute pubblica associata al cancro del polmone, il principale causa di morte per cancro tra gli uomini e le donne negli Stati Uniti e il mondo ", ha aggiunto Spira.

Finanziamento per questo studio è stato fornito dal National Institutes of Health.

Spira è uno dei fondatori di Allegro Diagnostics Inc., una società di diagnostica molecolare che prevede di commercializzare il biomarcatore espressione genica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha