Identificare marcatori gene del cancro al polmone mostra la promessa per identificare i pazienti che necessitano di chemioterapia

Marzo 12, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Cancro ricercatori hanno identificato sei marcatori genetici presenti in tumore non a piccole cellule del polmone in stadio precoce (NSCLC), che mostrano la promessa nell'aiutare gli oncologi identificare meglio che i tumori si recidiva dopo l'intervento chirurgico curativo, secondo uno studio presentato al 2010 Chicago Multidisciplinary Symposium in Thoracic Oncology .

Questo simposio è sponsorizzato dalla società americana per Radiation Oncology (ASTRO), l'American Society of Clinical Oncology (ASCO), l'Associazione Internazionale per lo Studio del Cancro del Polmone (ISLAC) e l'Università di Chicago.

Il cancro del polmone è la principale causa di decessi per cancro negli Stati Uniti, con circa 170.000 nuovi casi diagnosticati ogni anno. NSCLC rappresenta il 85 per cento dei casi di cancro del polmone e ha un tasso di sopravvivenza a cinque anni di solo il 15 per cento. Lo standard di cura per i pazienti con stadio II/malattia IIIA è la chirurgia più chemioterapia. Tuttavia, la chemioterapia non è abitualmente offerta ai pazienti con malattia in stadio I, anche se il 30 per cento o più sperimenterà una recidiva entro cinque anni. I medici hanno cercato di identificare i modi per determinare quali di questi pazienti in stadio I si ricaduta e quindi possono beneficiare di un trattamento più aggressivo.




Lance Miller, Ph.D., e Jimmy Ruiz, MD, alla Wake Forest University School of Medicine, concentrarsi sul NSCLC a livello molecolare utilizzando uno strumento genomico indicato come un DNA microarray per studiare come i geni sono attivata e disattivata in tumori . Utilizzando metodi computazionali e statistici, che setacciano i "profili genetici" di molti tumori per indizi molecolari che possono spiegare i diversi comportamenti clinici di NSCLC. Recentemente, il dottor Miller e Dr. Ruiz studiato, in combinazione, i profili genici di centinaia di non-piccole cellule tumori polmonari stadio I ottenuti da varie istituzioni mediche di tutto il mondo. Hanno scoperto un sei gene classificatore prognostico che stratificato i pazienti in gruppi a basso, intermedio e alto rischio con significativamente diversi tassi di recidiva.

I sei-gene, stadio I NSCLC classificatore (aka, il classificatore "S1N") è stato poi convalidato in una coorte di test 179-paziente non coinvolto nel processo di scoperta del gene. Mentre i casi di basso e medio rischio previsti hanno mostrato tassi di sopravvivenza simili, ad alto rischio, gruppo "scarsi risultati" ha mostrato forte accordo con la coorte di formazione con un tasso di recidiva di cinque anni superiore al 80 per cento. Da questo, gli investigatori hanno potuto concludere che chirurgia seguita da osservazione non è sufficiente per il trattamento questi stadio ad alto rischio I pazienti, che comprende circa un terzo della popolazione di pazienti.

"L'obiettivo del progetto era quello di sviluppare un approccio personalizzato alla selezione dei pazienti con cancro del polmone in stadio precoce per i quali la terapia più aggressiva può fornire un beneficio di sopravvivenza," Dr. Ruiz, autore principale dello studio e compagno di ematologia e oncologia presso Wake Forest University School of Medicine, ha detto. "Mentre il classificatore S1N richiede ancora prospettico di validazione, crediamo che identifica una parte sostanziale di fase ad alto rischio I pazienti per i quali i trattamenti di chemioterapia o di ricerca dovrebbero essere considerati."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha