Identificazione dei pazienti altamente radiosensibile può portare a Radioterapia Side Effect-gratis

Maggio 9, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo internazionale di scienziati ha fatto il primo passo sulla strada per il targeting radioterapia dosaggio per i singoli pazienti, mediante le loro caratteristiche genetiche, un radioterapista ha detto più grande congresso di cancro in Europa, ECCO 15 - ESMO 34, a Berlino settembre 24. professor Dirk de Ruysscher, da Maastricht University Medical Centre, Maastricht, Paesi Bassi, ha detto che il lavoro della sua squadra potrebbe fornire la base per la radioterapia personalizzata in cui, con un semplice esame del sangue, i medici possono essere in grado di selezionare la dose ottimale di radiazione per un determinato paziente.

Il team di scienziati provenienti da Paesi Bassi, Belgio, Germania, Canada e ha studiato un gruppo di pazienti con ipersensibilità alla radioterapia, tratto da un vasto database disponibile in tutto il mondo - i percorsi genetici finanziato dall'Unione Europea per la previsione degli effetti di irradiazione (GENEPI) studio, che integra il materiale biologico con le specifiche tecniche e il trattamento dei pazienti. Il database includeva informazioni da più di 8000 pazienti europei.

"Parte di questo progetto è la creazione di una sub-database in cui le caratteristiche dei pazienti rari sono riuniti con l'ipotesi che i loro tratti genetici consentirà la caratterizzazione dei meccanismi molecolari legati alla radio-sensibilità," ha spiegato il professor de Ruysscher. "Un grave problema per oncologi attualmente è che siamo legati dalla necessità di evitare danni ai tessuti normali. Ciò significa che la dose di radiazioni generalmente utilizzato è disciplinata dalla risposta dei pazienti più radiosensibili, e questo può portare a molti pazienti trattati con dosi inferiori ottimali, quindi colpisce la capacità di fornire una dose più alta che può provocare un migliore controllo locale del tumore. "




Una banca dei tessuti tra cui fibroblasti cutanei (il quadro strutturale delle cellule della pelle), sangue intero, i linfociti (globuli bianchi coinvolti nel sistema immunitario), plasma e linfoblastica (linfociti immaturi) linee cellulari da pazienti che erano noti per essere ipersensibili alle radiazioni è stato istituito da pazienti in Europa e in Canada.

Quando confrontato con un gruppo di controllo, redatto anche dallo studio GENEPI, i pazienti ipersensibili hanno mostrato entrambi gravi effetti collaterali che si verificano a livelli di radiazioni molto basse, o gli effetti collaterali gravi che dura per più di quattro settimane dopo la fine della radioterapia e/o interventi chirurgici che richiedono, o gravi effetti collaterali che si verificano in ritardo o persistente più di 90 giorni dopo la fine della radioterapia.

Gli scienziati hanno identificato 33 di questi pazienti, 10 maschi e 23 femmine, di cui 11 (due maschi e nove femmine) in ultima analisi, si è rivelata davvero ipersensibili alle radiazioni, sottolineando la rarità di questa condizione. La loro età media era di 61,6 ± 8,5 anni (range 49-74). Un paziente aveva il cancro polmonare non a piccole cellule, sei il cancro al seno, due testa e del collo e un linfoma. Le dosi di radiazioni, i tempi complessivi di trattamento, ed i tempi di follow-up tutti rientravano i soliti parametri [2].

"Gli effetti collaterali gravi incluse reazioni cutanee acute, ispessimento estrema pelle o fibrosi polmonare infiammazione dei tessuti e cecità a causa di danni ai nervi ottici," ha detto il professor de Ruysscher. "Anche se la radioterapia è un modo molto efficace per il trattamento del cancro, è importante essere in grado di identificare i pazienti che reagiscono male ad esso e regolare il loro dosaggio di conseguenza."

Radioterapia agisce stimolando danni al DNA in cellule in una zona particolare, in modo che essi si distruggono. Poiché le cellule tumorali si riproducono di più e sono indifferenziati (manca la capacità di diventare un tipo di cellula più specializzato), che sono meno in grado di riparare i danni causati da radioterapia rispetto sono differenziate, cellule normali che di solito può riparare se stessi. Tuttavia, alcune delle cellule normali che circondano il sito di trattamento può anche essere danneggiato durante la radioterapia, ed è questo il danno che porta a effetti collaterali.

Gli scienziati sanno già che i diversi tipi di tumori rispondono in modo diverso alla radioterapia; cellule tumorali altamente radiosensibili quali leucemie possono essere uccisi da dosi molto basse di radiazioni, mentre melanomi hanno bisogno di una dose così alta che sarebbe pericoloso usare radioterapia in questo caso. La scoperta che gli individui, così come tumori, reagiscono diversamente consentirà medici in futuro di indirizzare ancor più accuratamente dosi, prendendo in considerazione non solo la radiosensibilità del tipo di tumore, ma anche il potenziale reazione del particolare paziente al trattamento.

"Ci auguriamo che l'UE finanzierà un progetto successivo di chiarire percorsi genetici in combinazione con altri dati del paziente in modo che possiamo fare modelli predittivi che possono essere attuate nella pratica clinica standard," ha detto il professor de Ruysscher. "Siamo convinti che, se siamo in grado di capire che cosa sta succedendo a livello molecolare, potremmo essere in grado di sviluppare un esame del sangue che ci permetterà di conoscere con precisione come un singolo paziente reagirà alla radioterapia, e di indirizzare la dose di conseguenza . Tale trattamento personalizzato sarà un grande passo avanti, che ci permette di ridurre al minimo sia le dosi di radioterapia e spiacevoli effetti collaterali, mentre il trattamento del tumore nel modo più efficace possibile. Forse ancora più importante, ci permetterà di dare dosi più elevate per molti pazienti e migliorare quindi il controllo dei loro tumori. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha