Il duro lavoro delle madri ripaga con grandi cervelli per i loro bambini

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo studio di 128 specie di mammiferi, compreso l'uomo, mostra che la crescita del cervello nei bambini è determinata dalla durata della gravidanza e per quanto tempo allattano. La ricerca Durham University conclude che più lungo è il periodo di gravidanza e l'allattamento al seno nei mammiferi, il più grande cervello del bambino cresce.

I ricercatori dicono che i risultati rafforzano l'ipotesi che seno è meglio per lo sviluppo del cervello e aggiungere ulteriore peso al parere dell'Organizzazione mondiale della sanità di allattamento al seno esclusivo sei mesi seguita continuando l'allattamento fino all'età di due o al di là integrato con cibi solidi.




Lo studio, pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences, aiuta a spiegare perché gli esseri umani, che allattano i loro bambini fino a tre anni in aggiunta ai loro gravidanze nove mesi, hanno un così lungo periodo di dipendenza in quanto ciò sia necessario per sostenere la crescita dei nostri enormi cervelli 1300cc.

In confronto, specie come daini, che sono circa lo stesso peso del corpo come gli esseri umani, sono in stato di gravidanza solo per sette mesi con un periodo di allattamento di fino a sei mesi, con conseguente cervelli di soli 220cc, sei volte più piccolo del cervello umano.

Gli antropologi, di antropologia evolutiva Research Group di Durham, hanno analizzato dati statistici sul cervello e del corpo dimensione, investimenti materna, e le variabili di storia di vita nei mammiferi, tra cui specie come gorilla, elefanti e balene.

Essi hanno scoperto che le dimensioni del cervello rispetto alle dimensioni del corpo era più strettamente legata agli investimenti materna - la quantità di tempo che una madre trascorre portando la sua prole in gravidanza e per quanto tempo lei continua ad allattare. Lo studio mostra che la lunghezza della gravidanza determina la dimensione del cervello alla nascita e il periodo di lattazione decide crescita del cervello dopo la nascita. Essa mostra anche che le madri con metabolismo più possono permettersi di alimentare la crescita del cervello più veloce nel feto.

Investigatore di piombo, il professor Robert Barton dal Dipartimento di Antropologia della Durham University, ha detto: "Sappiamo già che le specie di grandi cervelli svilupparsi lentamente, maturano più tardi e hanno durata di vita più lungo, ma ciò che non è sempre stato chiaro è il motivo per cui il cervello e le storie di vita sono correlate.

"Una teoria è che le grandi cervelli aumentare la durata della vita, rendendo l'animale più in generale flessibile nelle sue risposte comportamentali alle sfide imprevedibili, permettendo storie di vita più lenti. Tuttavia, i nostri risultati suggeriscono che il rallentamento in storie di vita è direttamente correlata ai costi, piuttosto che i vantaggi di crescere un cervello di grandi dimensioni. I benefici necessari a compensare questi costi potrebbero entrare in altri modi, come ad esempio il miglioramento specifiche abilità percettive e cognitive, piuttosto che attraverso una certa flessibilità generalizzata.

"I nostri risultati ci aiutano a capire quali sono le implicazioni dei cambiamenti evolutivi in ​​diverse fasi, prima e dopo la nascita, ma ora dobbiamo fare ulteriori ricerche per individuare esattamente come le modifiche alle fasi di crescita pre e postnatali influenzano la struttura del cervello . "

La ricerca è stata finanziata dalla Biotecnologia e Scienze Biologiche Research Council (BBSRC) e dal Natural Environment Research Council (NERC)

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha