Il fumo influisce meccanismi molecolari, il sistema immunitario dei bambini

Maggio 4, 2015 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Da qualche tempo, l'impatto dei fattori di stress ambientali durante la gravidanza sul rischio di allergie nei bambini appena nati è un tema di ricerca principale di Lipsia Centro Helmholtz per la ricerca ambientale (UFZ). Come parte del LINA studio a lungo termine, immunologi ambientali da Lipsia si sono focalizzati sul fumo di tabacco come fattore di stress ambientale. Il principale obiettivo per Dr Gunda Herberth era rivelare l'influenza del fumo di tabacco sullo sviluppo dei sistemi immunitari bambini - a livello molecolare. Dai risultati che sono stati recentemente pubblicati nel Journal of Allergy e Immunologia Clinica, una cosa è certa: ". Per la prima volta siamo stati in grado di descrivere l'effetto di fattori di stress ambientali prenatali sulla regolamentazione dei microRNA"

Ex studi hanno già dimostrato che il fumo durante la gravidanza può danneggiare il nascituro: neonati da madri fumatrici hanno dimostrato basso peso alla nascita e le funzioni polmonari deteriorati; in seguito a malattie respiratorie di vita, il diabete di tipo II, malattie cardiovascolari o asma erano anche più comuni. Tuttavia, i meccanismi molecolari precisi e processi che sono alla base di tali sviluppi ancora lottano ricercatori.




Per questo motivo, il dottor Gunda Herberth e Dr. Irina Lehmann dal UFZ deciso di affrontare il settore di ricerca relativamente recente di microRNA. Dai primi 1990ґs questi componenti cellulari hanno iniziato a diventare sempre più di una messa a fuoco in biologia molecolare e cellulare. Nel frattempo, per l'uomo oltre 1.200 diversa brevi, molecole a singolo filamento di RNA sono stati nominati, alcuni di loro giocare un ruolo importante nella risposta immunitaria. Tra gli altri, hanno una notevole influenza sulla differenziazione delle cellule T regolatorie (Treg), che a loro volta impediscono un sistema immunitario iperattivo e malattie autoimmuni così. Se ci sono cellule Treg insufficienti o se la loro funzione è compromessa, la funzione di auto-regolamentazione del sistema immunitario sarà ridotto, e causare allergie.

Per indagare il rapporto tra madri fumatrici durante la gravidanza, da un lato, e le loro childrenґs rischio di sviluppare allergie, dall'altro, gli scienziati hanno esaminato da Leipzig microRNA-223, microRNA-155 e cellule T regolatorie - non solo nei campioni di sangue di gravidanza le donne (36 settimane di gravidanza), ma anche alla nascita nel sangue del cordone ombelicale dei loro bambini. Allo stesso tempo, questionari compilati e campioni di urina delle donne gravide sono stati testati per dimostrare l'effetto dall'esposizione al fumo di tabacco e/o da composti organici volatili derivanti dal fumo. Dalla piscina di madri che partecipano al LINA-studio, 315 madri (6,6 per cento dei quali erano fumatori) e 441 bambini sono stati consultati in queste indagini.

L'obiettivo era miR-223 e miR-155, perché il loro ruolo nella regolazione delle cellule T era già stato dimostrato. "Quello che ora siamo interessati a scoprire", spiega il dottor Gunda Herberth, "è se questi microRNA collegano l'esposizione al fumo, cellule T regolatorie e il rischio di sviluppare allergie."

Misurando la concentrazione di questi microRNA nonché il numero di linfociti T regolatori nel sangue materno e cavo potrebbe dimostrare che una elevata esposizione ai composti inalatori organici volatili (COV) associate con il fumo di tabacco coincide con valori elevati per miR-223. Allo stesso tempo, si è riscontrato, inoltre, che ha aumentato i valori di sangue del cordone ombelicale materno e miR-223 in correlazione con i numeri bassi di cellule T di regolamentazione. Infine, si potrebbe dimostrare che i numeri bassi di regolamentazione delle cellule T nel sangue del cordone ombelicale era un'indicazione che i bambini esposti al fumo di tabacco sono stati più probabilità di sviluppare un'allergia prima dell'età di tre rispetto a quei bambini con valori normali per miR-223 e cellule Treg. Inoltre, la probabilità di sviluppare eczema era quasi due volte più elevato per questi bambini.

"Dopo essere già in grado di dimostrare l'influenza del fumo prenatale sui numeri delle cellule T regolatori nel sangue del cordone dal nostro studio LINA, l'attuale indagine epidemiologica scava ancora più a fondo i processi molecolari," il Dott Gunda Herberth e Dr. Irina Lehmann curriculum. "Ora," le immunologi da Lipsia esplicano, "ne sapremo di più sui processi molecolari che innescano fattori di stress da fumo durante la gravidanza." Così, per la prima volta viene descritto l'associazione tra fattori di stress ambientali prenatali e la regolamentazione dei microRNA. A questo proposito, lo studio Helmholtz corrente apre la porta a ulteriori ricerche sul ruolo dei microRNA in termini di come il sistema immunitario umano reagisce ai fattori di stress ambientali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha