Il peso del medico può influenzare la diagnosi e la cura dell'obesità

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Indice di massa corporea di un paziente (BMI) non può essere l'unico fattore in gioco quando un medico diagnostica un paziente obeso. Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins, la diagnosi potrebbe anche dipendere dal peso del vostro medico. I ricercatori hanno esaminato l'impatto del medico di BMI sulla cura dell'obesità e scoperto che i medici con BMI normale, rispetto ai medici sovrappeso e obesi, avevano più probabilità di coinvolgere i loro pazienti obesi in discussioni di perdita di peso (30 per cento vs 18 per cento) e più probabile per diagnosticare un paziente come obeso se hanno percepito BMI del paziente incontrato o superano la loro (93 per cento contro il 7 per cento).

I risultati sono descritti nel numero di gennaio di obesità.

"I nostri risultati indicano che i medici con BMI normale segnalati più frequentemente discutendo la perdita di peso con i pazienti che i medici in sovrappeso o obesi. I medici con BMI normale hanno anche una maggiore fiducia nella loro capacità di fornire la dieta e l'esercizio fisico consulenza e percepiscono i loro consigli di perdita di peso come affidabile rispetto ai medici in sovrappeso o obesi ", ha detto Sara Bleich, PhD, autore principale dello studio e assistente professore con il Dipartimento di politica e gestione sanitaria della Scuola di Bloomberg. "Inoltre, i medici obesi avevano una maggiore fiducia nella prescrizione di farmaci di perdita di peso e sono stati più propensi a segnalare il successo per aiutare i pazienti a perdere peso."




Utilizzando un un'indagine trasversale nazionale di 500 medici di assistenza primaria, Bleich e colleghi della Hopkins School of Medicine Johns valutato l'impatto del medico di BMI sulla cura dell'obesità, medico auto-efficacia, la percezione di modellazione ruolo e le percezioni del paziente fiducia nella perdita di peso consigli. I medici con un BMI auto-riferito di sotto dei 25 kg/m2 sono stati considerati di peso normale e medici segnalare un BMI uguale o superiore a 25 kg/m2 sono stati considerati in sovrappeso o obesi.

Secondo i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) obesità colpisce più di un terzo della popolazione adulta degli Stati Uniti e ha un costo stimato 147 miliardi dollari ogni anno in costi sanitari correlati. L'obesità aumenta il rischio di molte condizioni negative per la salute, tra cui il diabete di tipo 2, malattia coronarica, ictus e ipertensione. Nonostante le linee guida per i medici a consigliare e il trattamento di pazienti obesi, studi precedenti hanno trovato solo un terzo di questi pazienti riferisce di ricevere una diagnosi di obesità o di peso di consulenza legati dai loro medici.

"Mentre i nostri risultati suggeriscono che le pratiche di obesità e credenze differiscono dal medico BMI, più ricerca è necessario comprendere il pieno impatto di medico BMI sulla cura dell'obesità," suggeriscono gli autori dello studio.

"Medico auto-efficacia di cura per i pazienti obesi, a prescindere dalla loro BMI, può essere migliorata puntando medico benessere e migliorare la qualità della formazione di obesità legati alla facoltà di medicina, di residenza o di educazione medica continua", aggiunge Bleich.

La ricerca è stata sostenuta da in parte dal National Heart, Lung e Blood Institute e la Salute Risorse e Servizi Amministrazione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha