Il trapianto di midollo osseo può aumentare la resistenza del cancro nei pazienti, studio suggerisce

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Trapianto di midollo osseo con cellule geneticamente modificate possono prolungare il periodo di sopravvivenza libera da tumore, suggerisce uno studio condotto dal dottor Vivek Rangnekar, direttore associato di ricerca traslazionale per la Markey Cancer Center presso l'Università del Kentucky.

Il midollo osseo, un tessuto spugnoso all'interno delle ossa, contiene cellule staminali che producono le cellule del sangue, tra cui leucociti, eritrociti e piastrine. Nella storia di copertina del numero di luglio di Cancer Biology & Therapy, Rangnekar e il suo team esplorano il trasferimento di midollo osseo da Par-4 topi donatore/SAC-transgenico di topi di controllo come mezzo per trasferire il potenziale anti-cancro.

Par-4 (noto anche come PAWR) è una proteina soppressore del tumore che induce selettivamente apoptosi nelle cellule tumorali, ma non le cellule normali. Questa funzione di Par-4 è mediata dal suo dominio nucleo centrale, SAC. Topi SAC-transgenici sono resistenti alla crescita di tumori spontanei e inducibile.




Dopo il trapianto, i ricercatori hanno scoperto l'espressione di tumore-killer attività SAC-GFP in cellule del midollo osseo dei topi riceventi, che implica il trasferimento di successo e la colonizzazione del tessuto anti-cancro dai donatori. Inoltre, solubile Par-4 o SAC proteina iniettata in topi inibito la crescita di tumori metastatici.

Rangnekar, la Alfred Cohen sedia dotata di Oncologia ricerca presso Markey, dice lo studio mostra la promessa per il trattamento di tumori primari e metastatici.

"Siamo entusiasti dei risultati di questo studio in quanto indicano che secreta Par-4 è sistemica attiva nei topi", ha detto Rangnekar. "Ottimizzazione della procedura di trapianto di midollo osseo con cellule staminali che sono geneticamente modificati a secernere sistemica carichi di proteine ​​potenti di Par-4/SAC attività assassino potrebbe offrire un nuovo approccio per il trattamento non solo i tumori primari, ma anche tumori metastatici di origine diversa."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha