Il trattamento ripetuto della malattia di gomma riduce i livelli di fattori infiammatori noto per aumentare il rischio di malattie cardiache

Maggio 12, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

BUFFALO, NY - Rafforzare il rapporto tra malattia parodontale e malattie cardiache, biologi orali dell'Università di Buffalo hanno mostrato che i livelli di due proteine ​​infiammatorie noti per aumentare il rischio di malattie cardiache possono essere ridotti sostanzialmente trattando regolarmente infezioni gengivali esistenti.

"Si possono avere effetti significativi in ​​altre parti del corpo da trattare problemi locali", ha detto Sara Grossi, DDS, scienziato senior di ricerca presso il Dipartimento di Biologia Orale, UB School of Dental Medicine e autore senior dello studio. "Ecco perché il trattamento di queste infezioni è così importante."

I risultati dello studio sono stati presentati presso l'Associazione Internazionale per la riunione Dental Research tenutosi 10-13 marzo alle Hawaii da Owais A. Farooqi, uno studente di dottorato di lavoro con Grossi in malattia parodontale Research Center di UB.




L'attuale studio riporta i risultati di 102 pazienti con malattia parodontale che sono stati randomizzati a due gruppi di studio e seguiti per un anno. Un gruppo ha ricevuto il trattamento standard "meccanico" per la malattia parodontale, chiamato ridimensionamento e la pianificazione della radice. L'altro gruppo ha avuto il gel antibiotico Atridox ™ applicata ai loro gomme prima del trattamento meccanico.

Sangue prelevato all'inizio dello studio hanno dimostrato che tutti i pazienti avevano alti livelli di un marker infiammatorio chiamata proteina C-reattiva, che è noto per mettere le persone ad alto rischio di malattie cardiache e di fibrinogeno, una proteina coinvolta nella promozione di coaguli di sangue. Tutti i pazienti erano liberi di altre condizioni che potrebbero causare proteine ​​infiammatorie di presentarsi nel loro flusso sanguigno

Entrambi i gruppi hanno ricevuto il trattamento designato al basale, 3, 6 e 9 mesi. I campioni di sangue sono stati prelevati al basale e dopo 6 settimane, 3, 6, 9 e 12 mesi. Alla fine di 12 mesi, i risultati hanno mostrato che i livelli sistemici di marcatori di infiammazione sono diminuiti con il trattamento ripetuto.

"Le persone che hanno alti livelli di CRP nel sangue sono ad alto rischio di malattie cardiache", ha detto Grossi. "I nostri risultati hanno dimostrato che nelle persone che avevano livelli elevati di CRP al basale, la rimozione di placca batterica dentale scalando o ridimensionamento in combinazione con antibiotici topici ha prodotto un aumento statisticamente significativo

riduzione, portando i livelli di CRP vicino al livello basso rischio. Entrambi i trattamenti anche ridotto in modo significativo i livelli di fibrinogeno nei pazienti con elevati livelli di fibrinogeno.

Laboratorio di Grossi prossimo valuterà i livelli di citochine - altri marker di infiammazione - e come la terapia parodontale li colpisce. "Questo lavoro fornirà ulteriori informazioni sugli effetti sistemici o vantaggio di trattare infezioni gengivali e fornire preziose informazioni sulla relazione tra malattie gengivali e malattie cardiache e diabete.

Ulteriori ricercatori dello studio sono stati Alex Ho, statistico, e Robert J. Genco, DDS, Ph.D., SUNY Distinguished Professor, del Dipartimento di Biologia UB orale, e J. Steven Garrett da Atrix Laboratories Inc.

La ricerca è stata sostenuta da sovvenzioni dal US Public Health Service, National Institutes of Health e Atrix.

L'Università di Buffalo è un premier università pubblica ad alta intensità di ricerca, il più grande e il più completo e il campus State University di New York.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha