Immagini Fotoacustica Aggiungi informazioni preziose per mammografia convenzionale

Maggio 25, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Dai primi test su pazienti trattati con il 'mammoscope fotoacustica' sviluppato dall'Università di Twente, ricercatore dr. Srirang Manohar conclude che le immagini ottenute aggiungere informazioni preziose sulla vascolarizzazione di un tumore. La ricerca è stata effettuata in collaborazione con l'ospedale Medisch Spectrum Twente Enschede, ei risultati sono pubblicati sulla rivista online Optics Express.

In quattro casi su cinque le immagini fotoacustico dei 'sospetti' aree mostrano zona del seno di alta intensità intorno al tumore. Gli scienziati attribuiscono al vascolarizzazione del tumore: un tumore è alimentato da un gran numero di piccoli vasi sanguigni. Questi piccoli vasi non sono ben visibili su una mammografia a raggi X, ma possono indicare la malignità del tumore. In questo modo, fotoacustica ha un potenziale in aggiunta di informazioni di raggi X convenzionali e ultrasuoni mammografia.




In uno dei casi ora pubblicati in Optics Express, la radiografia mostra apparentemente un tumore benigno, mentre la scansione fotoacustica mostra una zona a forma di anello di alta intensità: questo può implicare malignità.

Ascolto di luce

Il mammoscope fotoacustico Twente (PAM), sviluppato dagli scienziati dell'Università di Twente, utilizza la luce pulsata da un laser, con il quale una parte del seno viene scansionato. Assorbimento della luce da un vaso sanguigno, ad esempio, comporta riscaldamento locale, producendo un'onda di pressione. Questa onda di pressione può essere rilevato come ultrasuoni. Calcolando l'origine dell'onda di pressione, la posizione del vaso può essere visualizzata. La misura diretta della luce attraverso il tessuto potrebbe essere un'alternativa, ma la luce è sparsa molto e quindi è complicato ricostruire un'immagine adeguata. Utilizzando solo gli ultrasuoni, invece, non si tradurrebbe in visualizzazione dettagliata dei vasi sanguigni, il sangue non appena riflette ultrasuoni. La combinazione di luce e ultrasuoni toglie i rispettivi inconvenienti: l'ecografia non saranno disperse e l'effetto della luce sui vasi sanguigni può essere misurata con il segnale fotoacustico.

Più Veloce

Il PAM-scansione è, a differenza di mammografia convenzionale a raggi X, presa con il paziente in posizione supina. Il seno è solo leggermente compresso. L'esame attuale richiede circa mezz'ora, ma con ultrasuoni rivelatori veloci questo può essere migliorato.

La ricerca pubblicata dal dr. Srirang Manohar mostra l'utilità della nuova tecnica di imaging in la vascolarizzazione del tumore. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare fino a che punto queste nuove informazioni dice di più sulla natura del tumore. Studi clinici su scala più grande sono necessari per questo.

La ricerca del dott. Srirang Manohar è stato fatto all'interno dell'Istituto BMTI per Tecnologie Biomediche dell'Università di Twente, insieme con la chirurgia ei dipartimenti di Radiologia dell'ospedale Medical Spectrum Twente a Enschede. Manohar è sostenuta dalla olandese Technology Foundation STW e l'Organizzazione olandese per la ricerca scientifica NWO.

L'articolo 'I primi risultati di imaging in vivo carcinoma non invasivo del seno umano utilizzando fotoacustica vicino infrarosso' appare sulla rivista online Optics Express. Gli autori sono Srirang Manohar, Susanne Vaartjes, Johan van Hespen (Università di Twente/BMTI), Joost Klaase, Frank van den Engh (Medisch Spectrum Twente), Wiendelt Steenbergen (UT/BMTI) en Ton van Leeuwen (UT/BMTI e AMC Centro Laser, Università di Amsterdam).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha