Immunologi trovare una molecola che mette i freni su infiammazione

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Non potremmo vivere senza il nostro sistema immunitario, sempre sintonizzati per identificare ed eliminare gli agenti patogeni invasori e particelle. Ma a volte la risposta immunitaria esagera, scatenando malattie autoimmuni come il lupus, asma o malattia infiammatoria intestinale.

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università di Pennsylvania ha identificato una molecola di segnalazione cruciale coinvolto nel controbilanciare l'attacco del sistema immunitario.

"La risposta immunitaria è come guidare una macchina", ha detto Christopher Hunter, professore e presidente del Dipartimento di Patobiologia in Facoltà di Medicina Veterinaria di Penn. "Hai colpito l'acceleratore e sviluppare questa risposta che è necessario per proteggere l'utente da un agente patogeno, ma, se non avete un freno per guidare la risposta, allora devi semplicemente carenare fuori strada e morire, perché non è possibile controllare la velocità di la risposta. "




La ricerca per caratterizzare il sistema immunitario "freno" è stato condotto da Hunter e Aisling O'Hara Hall, un dottorando nel Graduate Gruppo Immunology. Altri collaboratori Penn inclusi scienziati del Dipartimento della Penn Genome frontiere dell'Istituto di Biologia e la Scuola Perelman di Dipartimento di Medicina di Medicina. Ricercatori provenienti da Merck Research Laboratories, il National Institute of Allergy e Malattie Infettive, Harvard Medical School e Janssen Ricerca e Sviluppo hanno contribuito al lavoro, che è stato pubblicato sulla rivista Immunity.

"Le persone sane hanno queste cellule - li ha, li ho - che sono chiamati Tregs," o cellule T regolatorie, Hunter ha detto. "Se non li si svilupperà infiammazione spontanea e le malattie."

Diverse forme di cellule T regolatrici funzionano come i freni su vari tipi di infiammazione, ma, fino ad ora, gli scienziati non erano certo di come questi Tregs si è specializzata a fare il loro lavoro particolari.

Hall, Hunter e colleghi hanno deciso di seguire su una molecola chiamata IL-27. Gli scienziati hanno usato per pensare IL-27 ha avuto un ruolo nel causare l'infiammazione, ma, nel 2005, un team di ricercatori Penn, tra cui Hunter, ha trovato il contrario; in realtà è stato coinvolto nella soppressione dell'infiammazione. Così, quando i topi privi di IL-27 sono sfidati con il parassita Toxoplasma gondii, sviluppano travolgente infiammazione.

"Non abbiamo mai lavorato fuori come ha fatto, ma è stato un cambiamento di paradigma, al momento," ha detto Hunter.

Nel nuovo studio, i ricercatori scavarono più in profondità il ruolo di IL-27. Essi hanno scoperto che esponendo cellule T regolatrici di IL-27 ha promosso la loro capacità di sopprimere un particolare tipo di infiammazione. Il team guidato da Penn ha anche dimostrato di poter salvataggio infettato topi IL-27-deficit, dando loro una trasfusione di cellule T regolatorie. Questa scoperta suggerisce che l'IL-27 è necessaria per produrre le cellule Treg che normalmente tengono sotto controllo le risposte infiammatorie durante l'infezione.

"Molto sorprendentemente, siamo stati in grado di dimostrare che i Tregs potrebbe migliorare la patologia in questo sistema", ha detto Hall. "Non pensiamo che questo è l'unico meccanismo con cui l'IL-27 limiti patologia immune, ma mette in luce un meccanismo attraverso il quale potrebbe non funzionare."

Ulteriori esperimenti hanno dimostrato che Tregs esprimono una diversa serie di geni in presenza di IL-27 rispetto ad un'altra molecola che è stato implicato in questo processo, interferone gamma, o IFN-γ. Le scoperte dei ricercatori indicano che le due molecole hanno la divisione del lavoro quando si tratta di sopprimere l'infiammazione: IL-27 sembra essere importante per aiutare il controllo infiammazione al sito di infiammazione, mentre IFN-γ appare più significativo nei tessuti periferici.

"Presso il sito di infiammazione, dove si sta ricevendo il vostro patologia, è lì che IL-27 è importante", ha detto Hall.

Con una nuova comprensione di come IL-27 può causare una classe di Tregs per diventare combattenti infiammazione specializzati, i ricercatori hanno un nuovo obiettivo per ameliorating l'infiammazione indesiderato associato a tutti i tipi di patologie autoimmuni.

"Ora abbiamo una firma molecolare che può essere rilevante nella malattia infiammatoria intestinale, nella sclerosi multipla, nella colite e morbo di Crohn, l'artrite reumatoide, lupus," ha detto Hunter.

Avanti alla spina, il team prevede di studiare IL-27 nel contesto di asma, lupus e l'artrite.

Oltre a Hall e Hunter, gli autori inclusi Beena John, Claudia Gonzбlez Lombana, Gretchen Harms Pritchard, Jonathan S. Silver, Jason S. Stumhofer, Tajie H. Harris, Elia D. Tait Wojno, Sagie Wagage e Philip Scott di Penn Vet di Dipartimento di Patobiologia; Daniel P. Beiting, David S. Roos e Sara Cheery della Penn Genome Institute Frontiers Dipartimento di Biologia; Steven Reiner, ex del Dipartimento Penn di medicina; Cristina M. Tato e Daniel Cua di Merck Research Laboratories; Yasmine Belkaid, Guillaume Oldenhove, Nicolas Bouladoux e John Grainger del National Institute of Allergy e Malattie Infettive; Laurence A. Turka della Harvard Medical School; e M. Merle Elloso di Janssen Ricerca e Sviluppo.

Lo studio è stato sostenuto dal Commonwealth della Pennsylvania e del National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha