Importante anticipo nell'imaging di morte cellulare

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per molto tempo, il "Santo Graal" in imaging medico è stato lo sviluppo di un metodo efficace per la morte cellulare immagine come mezzo per intervenire precocemente in malattie e rapidamente determinare l'efficacia dei trattamenti. Una nuova carta da ricercatori presso l'Università di Notre Dame e la Scuola di Medicina della Washington University descrive importanti progressi nell'uso di una sonda di sintesi per colpire morti e morenti cellule tumori mammari e della prostata negli animali viventi.

Bradley D. Smith, Emil T. Hofman Professore di Chimica e Biochimica presso Notre Dame, fa notare che il gruppo di ricercatori aveva già scoperto che lo zinco sintetici (II) -dipicolylamine (Zn-DPA) complessi di coordinazione possono selettivamente indirizzare le superfici esterne di (carica negativa) membrane cellulari anionici. Inoltre, le versioni fluorescenti di questi complessi Zn-DPA fungono da sonde di imaging in grado di distinguere le cellule di mammifero morti e morenti di cellule sane in una coltura cellulare e anche selettivamente indirizzare batteri in campioni contaminati.

I ricercatori hanno recentemente dimostrato che una sonda vicino infrarosso fluorescente denominato PSS-794 può essere utilizzata per le infezioni batteriche immagine in topi, indicando che PSS-794 ha una notevole capacità di indirizzare selettivamente cellule anionici in animali viventi.




Nel nuovo documento, i ricercatori descrivono una significativa espansione della capacità di imaging animale PSS-794, dimostrando che è possibile indirizzare i morti anionici e morire le cellule all'interno di tumori in modelli di ratto e topo. La ricerca è un passo importante verso lo sviluppo di sonde di imaging ottico che potrebbero determinare, in maniera non invasiva, la quantità e il tipo di morte cellulare nei tumori. Tali tecniche di imaging potrebbero aiutare i medici determinare con precisione il grado di tumori e la fase di tumori, nonché per misurare l'efficacia dei trattamenti.

I ricercatori ritengono inoltre che le sonde analoghe possono essere sviluppati che consentirebbe per l'imaging dei tessuti profondi dei tumori negli esseri umani.

Smith fa notare che, anche se lo studio si è concentrato sui tumori mammari e della prostata, l'imaging di morte cellulare è ampiamente utile per il trattamento di numerose condizioni, tra cui malattie cardiovascolari, neurologia, malattie renali e persino rigetto del trapianto.

La ricerca, descritta sul Journal of American Chemical Society, è stato sostenuto dal National Institutes of Health, Walther Cancer Center di Notre Dame e il Fondo di Notre Dame Imaging integrato.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha