In Rochester, un racconto di tatuaggi contaminato: Outbreak evidenzia nuova fonte di infezione - inchiostro del tatuaggio

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un recente studio sul New England Journal of Medicine documenti 19 casi in Rochester, NY, zona - il più grande mai segnalati - di tatuaggi infettati da un tipo di batteri spesso in acqua di rubinetto. Prove indicano un inchiostro grigio premiscelato, del tipo usato in attualmente popolari ritratto o fotografia tatuaggi, come il colpevole.

Mary Gail Mercurio, MD, un dermatologo presso l'Università di Rochester Medical Center, ha visto 18 dei 19 individui infetti. Dice alcune persone con tatuaggi hanno allergie o sperimentare altre complicanze dermatologiche, ma non è comune. "Ho visto persone con problemi di tatuaggio legate nel corso degli anni, ma mai questo molti: il volume di pazienti colpiti rende questo un vero e proprio problema di salute pubblica.




"I pazienti ei medici devono avere un certo livello di sospetto quando vedono un rash sviluppare in un tatuaggio. Molti dei pazienti che ho visto ha pensato la loro pelle era irritata e la questione sarebbe andato via durante il processo di guarigione. In realtà, avevano un'infezione che aveva bisogno di essere trattati con un antibiotico, ma non aveva intenzione di andare via facilmente da solo ".

L'indagine del focolaio, che è stato anche evidenziato nei Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la morbilità di prevenzione e mortalità Weekly Report, ha iniziato con un uomo di 20 anni, precedentemente in buona salute che ha avuto una storia di più tatuaggi in passato senza problemi. Nel mese di ottobre 2011, ha ricevuto un nuovo tatuaggio sul braccio e successivamente ha sviluppato una persistente, rash infiammato in quella zona. Dopo aver appreso del suo caso, il Dipartimento Monroe County of Public Health ha esplorato la questione e ha identificato altri 18 soggetti che hanno sviluppato eruzioni cutanee simili dopo aver ottenuto i tatuaggi nello stesso salotto, dallo stesso artista.

I test condotti presso il Medical Center hanno rivelato che un tipo specifico di batteri, Mycobacterium chelonae, era in pelle dei pazienti e ha portato al rosso, urti prurito nei loro tatuaggi. Ulteriori test ha rilevato che un inchiostro grigio premiscelato, che l'artista locale aveva comprato da un produttore in Arizona, conteneva gli stessi batteri e probabilmente trasmessa alla pelle.

Robert F. Betts, MD, da lungo tempo esperto di malattie infettive presso il Medical Center che ha curato la quasi totalità dei pazienti, ha confermato che l'infezione era solo nelle aree tatuate con l'inchiostro grigio. Chiamato anche grigio lavaggio, viene utilizzato per ottenere shading e una qualità tridimensionale tatuaggi.

Secondo il tatuatore locale, il costruttore inchiostro nero diluito con acqua distillata per creare un colore grigio. "Questo organismo, M. chelonae, si trova in alcune forniture di acqua", ha detto Betts. "Ciò che probabilmente successo che l'acqua utilizzata per diluire l'inchiostro introdotto i batteri in essa e il trauma associato con ottenere il tatuaggio compromessa la circolazione a quella zona della pelle, permettendo l'organismo di entrare nella pelle e crescere".

Betts afferma che questa specie di batteri cresce meglio a circa 86 ° C, un po 'al di sotto della temperatura corporea normale, che è di circa 98,6 ° C. La pelle è più fredda rispetto al resto del corpo, che può spiegare perché i batteri fiorirono nelle aree tatuate.

In seguito all'inchiesta, il CDC ha emesso un avviso a livello nazionale circa l'epidemia e il produttore ha ricordato volontariamente l'inchiostro. Betts valutato e trattato 16 dei 19 pazienti con antibiotici standard - azitromicina e doxiciclina - e tutti migliorato, anche se a velocità diverse in base al grado di propagazione.

Sia Betts e Mercurio credono che le infezioni tatuaggio associate sono probabilmente più comune di quanto pensiamo e che i medici devono pensare a cause infettive se i pazienti non rispondono ai trattamenti dermatologici per uso topico o altri che in genere fugare ogni tipo di reazione allergica ad un tatuaggio.

Oltre a Betts e Mercurio, Glynis A. Scott, MD, Matthew A. Lewis, MD, e Mark H. Goldgeier, MD, dal Medical Center ha contribuito alla ricerca. Byron S. Kennedy, MD, Ph.D., dalla Contea Dipartimento di Sanità Pubblica Monroe fu l'autore principale del New England Journal of Medicine studio. I medici e gli scienziati del Dipartimento della Salute, il CDC e la FDA dello Stato di New York hanno partecipato alla ricerca, nonché.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha