Inalato ossido nitrico sicuro per Piccolo Preemie Polmoni, ritrovamenti di studio

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno studio nazionale condotto da ricercatori della UCSF fornisce la prova che inalato ossido nitrico è sicuro ed efficace per la prevenzione del tipo più comune di lungo termine malattia polmonare dei neonati molto prematuri.

"Malattia polmonare cronica è una fonte importante di morbilità in questi bambini. Neonatologi hanno cercato di capire come evitare che per anni," ha affermato Philip Ballard, MD, PhD, autore principale dello studio e professore di pediatria presso UCSF.

Il vantaggio di ossido nitrico per via inalatoria per i bambini nati vicino al termine che soffrono di malattia polmonare conosciuta come ipertensione polmonare è noto da tempo, ma l'effetto in prematuri non erano stati chiaramente determinati, secondo Ballard.




L'ossido nitrico è un composto gassoso normalmente prodotta dal corpo, tuttavia, i neonati prematuri producono quantità insufficienti. Recenti studi clinici effettuati altrove hanno trovato effetti positivi di ossido nitrico per via inalatoria nei neonati molto prematuri, mentre alcune ricerche animali ha suggerito che l'ossido nitrico per inalazione in prematuri potrebbe interferire con la produzione di surfattante polmonare, una sostanza fondamentale per lo sviluppo del polmone normale e funzionante.

I nuovi risultati dello studio, riportati nel numero di agosto 2007 di "Pediatrics", non hanno trovato effetti negativi di ossido nitrico per via inalatoria sulla produzione o la funzione di tensioattivi, ha detto Ballard, un neonatologo all'Ospedale UCSF bambini.

"Inalazione di ossido nitrico è una terapia promettente, ma siamo stati preoccupati per la sicurezza. Non abbiamo trovato effetti negativi di inalazione di ossido nitrico e forse un effetto benefico in termini di funzione tensioattivo", ha detto Ballard.

I polmoni di neonati molto prematuri sono sottosviluppati, fragile e troppo debole per respirare autonomamente. Ventilazione meccanica con l'ossigeno mantiene questi bambini vive, ma si traduce spesso in malattia polmonare cronica, o displasia broncopolmonare (BPD), con grave infiammazione e sviluppo ritardato dei polmoni.

BPD è la più comune a lungo termine malattia polmonare nei neonati prematuri negli Stati Uniti, che colpisce circa 15.000 bambini ogni anno. Circa la metà dei bambini nati tra il 24 e 30 settimane e di peso inferiore di 2 libbre sviluppare BPD. La condizione è pericolosa per la vita, e quelli che sopravvivono possono soffrire disabilità a lungo termine, tra cui l'asma, ritardo mentale e paralisi cerebrale.

Il trial clinico randomizzato controllato di ossido nitrico era guidato da Roberta Ballard, MD, UCSF professore emerito di neonatologia che ha coordinato il processo mentre prestava servizio come capo della divisione di neonatologia all'ospedale dei bambini di Filadelfia. Lo studio comprendeva 582 neonati molto prematuri che sono stati arruolati tra il 2000 e il 2005 nello studio a 7 a 21 giorni a 21 ospedali in tutto il paese.

Studi di laboratorio sono stati effettuati in 83 di questi bambini per verificare se l'ossido nitrico per via inalatoria ha avuto un effetto negativo sul surfattante polmonare, una miscela di lipidi-proteina che ricopre i polmoni e riduce notevolmente la tensione superficiale.

Tensioattivo essenzialmente permette ai polmoni di gonfiare facilmente dopo l'espirazione, eliminando il lavoro respiratorio. Molto neonati prematuri producono quantità insufficienti di tensioattivo, in modo che qualsiasi terapia che inibisce il lavoro di tensioattivo sarebbe dannoso.

Nello studio, metà dei neonati sono stati trattati con ossido nitrico e metà placebo. Fluido dai polmoni stato quindi raccolto ed esaminato per livelli e proprietà tensioattive. I risultati hanno dimostrato che "non vi erano differenze significative" tra i due gruppi in quantità di tensioattivo e che l'ossido di azoto inalato può avere un effetto positivo sulla funzione tensioattivo.

"Questa è una buona notizia in termini di profilo di sicurezza di questa nuova terapia promettente", ha detto Ballard. Prevenzione della BPD in neonati molto prematuri ha incluso l'uso della vitamina A di terapia, che ha un piccolo ma positivo effetto, e desametasone, un corticosteroide, Ballard ha detto.

"Ossido nitrico per via inalatoria sarà più sicuro che il corticosteroide e più efficace di entrambe le terapie," ha detto.

Altri autori dello studio sono Roberta Ballard, MD, di UCSF; Jeffrey D. Merrill, MD; Rodolfo Godinez, MD, PhD; Marye Godinez, MD; Theresa McDevitt, MS; Yue Ning, MS; Xianaqun Luan, MS; e Avital Cnaan, PhD, tutti Ospedale dei Bambini di Philadelphia e University of Pennsylvania; William Truog, MD, di bambini di Mercy Ospedali e Cliniche/Università del Missouri-Kansas City School of Medicine; e Sergio Golombek, MD, MPH, e Lance Parton, MD, del New York Medical College/Ospedale Marie Fareri bambini.

Lo studio è stato sostenuto da una sovvenzione da parte del National Institutes of Health e dal Generale centri di ricerca clinica del programma. INO Therapeutics, Inc., hanno fornito le attrezzature di studio e l'ossido nitrico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha