Incinta, costipato e gonfio? Vola poo può dire perché

Maggio 25, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche se gli scienziati sanno da tempo che ci sono ben 500 milioni di cellule nervose nel nostro intestino, la complessità pura che questo presenta significa che poco si sa circa i diversi tipi di cellule nervose e le loro funzioni.

Ora, i ricercatori guidati dal Dr. Irene Miguel-Aliaga, con il finanziamento del Wellcome Trust e la Biotecnologia e Scienze Biologiche Research Council, hanno utilizzato il moscerino della frutta, Drosophila melanogaster, per studiare la funzione di questi neuroni intestinali. La mosca ha versioni più semplici del nostro sistema nervoso e digestivo, che prestano a manipolazioni genetiche. I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell Metabolism.




"Abbiamo concluso che ciò che esce l'intestino può essere in grado di dirci cosa sta succedendo dentro", spiega Miguel-Aliaga. "Allora, abbiamo ideato un metodo per estrarre informazioni sulle diverse funzioni metaboliche dai depositi fecali delle mosche '-. Che in realtà sono piuttosto carina e non cattivo odore Poi abbiamo acceso i neuroni specifici e spegnimento e esaminato quello che è venuto fuori."

Dr Miguel-Aliaga e colleghi hanno scoperto che questi neuroni intestinali hanno molto importanti e funzioni specifiche, come la regolazione dell'appetito o regolare l'equilibrio idrico intestinale durante la riproduzione.

Mosche femminili in loro fase riproduttiva ottenere stitico - la loro velocità di svuotamento intestinale è ridotta, anche se mangiano più cibo; Allo stesso tempo, mantengono più acqua e il contenuto dei loro intestini diventano più concentrato. I ricercatori hanno dimostrato che questi cambiamenti intestinali sono attivate dal peptide sesso, un ormone che i maschi iniettare nella femmina durante l'accoppiamento, che attiva di un piccolo gruppo di neuroni intestinale. Questo condivide la stessa funzione come gli ormoni sessuali trovati negli esseri umani, quali il progesterone, ossitocina ed estrogeni.

"Gli esseri umani e moscerini della frutta si riproducono in modo molto diverso, ma i sintomi associati di stitichezza e gonfiore e la loro causa - un ormone riproduttivo - sono gli stessi", spiega Miguel-Aliaga. "Questo suggerisce che questo meccanismo è stato conservato nel corso dell'evoluzione. Questi cambiamenti intestinali possono fornire un beneficio in un momento di forte domanda nutrizionale massimizzando l'assorbimento dei nutrienti."

La ricerca fornisce anche indizi allettanti circa il legame tra l'assunzione di calorie e longevità. Cambiamenti intestinali che aiutano massimizzare l'assorbimento dei nutrienti sarebbe probabilmente essere attivo per tutto il tempo, come avrebbero forniscono un vantaggio selettivo quando il cibo scarseggia. Tuttavia, in linea - e forse negli esseri umani - questo può venire ad un costo: una durata più breve.

È noto da tempo che quando femmina vola compagno e ricevere il peptide sesso, questo riduce la loro durata di vita; tuttavia, questo non è causata interamente da loro maggiore assunzione di cibo o perché stanno gettando molte uova, i due effetti più evidenti di questo sesso peptide. La spiegazione, sostengono i ricercatori, potrebbe risiedere nei cambiamenti intestinali innescati dal peptide sesso che portano a costipazione e ritenzione idrica.

"Un meccanismo che massimizza l'assorbimento dei nutrienti rallentando il passaggio del cibo attraverso l'intestino va bene quando il cibo è scarso o durante la riproduzione", spiega Miguel-Aliaga, "ma quando stiamo mangiando una dieta normale, stitichezza può portare ad accrescere i dei rifiuti prodotti durante metabolismo interno. Analogamente, potrebbe portare a cambiamenti nella composizione dei batteri intestinali, che sono essenziali per regolare il metabolismo.

"La nostra ricerca suggerisce che oltre a prestare attenzione a ciò che mangiamo, che è stato al centro della ricerca della longevità, si può anche prendere in considerazione ciò che il nostro corpo fa con il cibo e ciò che avviene nelle nostre viscere."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha