Indice alta glicemico carboidrati associato con il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 nelle donne

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mangiare cibi ad alto indice glicemico, che misura l'effetto dei carboidrati sui livelli di glucosio nel sangue, possono essere associati con il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne cinesi e in donne afro-americane, in base a due nuovi studi. Tuttavia, mangiare più fibre di cereali può essere associato ad un ridotto rischio di diabete di tipo 2 nelle donne afro-americane.

I ricercatori restano incerti per quanto riguarda esattamente come la dieta, tra cui l'assunzione di carboidrati, influenza lo sviluppo del diabete di tipo 2, in base alle informazioni negli articoli. Gli studi hanno rivelato che il corpo assorbe i carboidrati da cibi diversi a prezzi diversi. Questo porta a effetti sui livelli di glucosio nel sangue e l'ormone insulina, che converte il glucosio in energia variabile.

Gli alimenti ad alto indice glicemico, come il riso e altri carboidrati semplici, causano un picco rapida e quindi un calo della glicemia, mentre cibi ricchi di fibre tendono ad essere più bassi per l'indice glicemico e hanno un effetto più graduale. Alcune evidenze ha collegato high - alimenti indice glicemico con il rischio di sviluppare diabete di tipo 2.




In uno studio, Supriya Krishnan, D.Sc., di Boston University School of Public Health, e colleghi hanno esaminato i dati di 40.078 donne statunitensi neri che hanno compilato un questionario alimentare nel 1995. L'indice glicemico e carico glicemico - una misura del quantità di carboidrati da glucosio - sono stati calcolati. Ogni due anni fino al 2003, le donne hanno risposto questionari di follow-up per il loro peso, la salute e altri fattori.

Durante otto anni di follow-up, 1.938 partecipanti hanno sviluppato diabete di tipo 2. Le donne che hanno mangiato high - alimenti indice glicemico o una dieta con un alto carico glicemico avevano un rischio più elevato per il diabete. Tuttavia, le donne che mangiavano più fibre da cereali (fibre di cereali) avevano un rischio ridotto; per le donne con un indice di massa corporea (BMI) inferiore a 25, le donne che hanno mangiato circa 1,5 grammi di fibre al giorno sono stati 59 per cento in meno di probabilità di sviluppare il diabete rispetto alle donne che hanno mangiato circa 8,3 grammi al giorno.

Poiché alti - alimenti indice glicemico aumentano i livelli di glucosio nel sangue in modo significativo, aumentano la domanda del corpo per l'insulina, gli autori della nota. Questo può contribuire a problemi con il pancreas (che produce insulina) che possono eventualmente portare al diabete. Inoltre, elevate - indice glicemico possono diminuire direttamente la risposta del corpo all'insulina, aumentando la produzione di acidi grassi dopo i pasti.

"I nostri risultati indicano che le donne di colore possono ridurre il rischio di diabete con una dieta che è ad alto contenuto di fibre di cereali," scrivono gli autori. "Integrare fonti di fibre nella dieta è relativamente facile: un semplice cambiamento da pane bianco (due fette forniscono 1.2 grammi di fibre) per pane integrale (due fette forniscono 3.8 grammi di fibre) o sostituire una tazza di uva passa crusca (da 5 a 8 grammi di fibre) o di farina d'avena (4 grammi di fibre) per una tazza di mais Chex (0,5 grammi di fibre) o chex riso (0,3 grammi di fibre) si muoveranno una persona da una categoria a basso apporto di fibre a una categoria moderata assunzione, con una corrispondente riduzione del 10 per cento del rischio. "

In un altro studio, Raquel Villegas, Ph.D., del Vanderbilt University Medical Center, Nashville, Tenn., E colleghi hanno seguito un gruppo di 64.227 donne cinesi per una media di cinque anni. Durante in-persona interviste condotte ogni due anni tra il 2000 e il 2004, i ricercatori hanno raccolto dati sulle abitudini alimentari, attività fisica e altre informazioni relative alla salute.

Durante lo studio, 1.608 delle donne hanno sviluppato il diabete. Le donne che hanno consumato più carboidrati generale avevano più probabilità di sviluppare il diabete - quando sono stati divisi in cinque gruppi in base a carboidrati, quelli del gruppo che consumano la maggior parte (circa 337,6 grammi al giorno) avevano un rischio del 28 per cento superiori a quelli del gruppo consumando il minimo (circa 263,5 grammi al giorno). Le donne che hanno mangiato le diete con un indice glicemico più alto e che mangiavano principalmente come pane, pasta e riso ha avuto anche un aumento del rischio. Le donne che hanno mangiato 300 grammi o più di riso al giorno sono stati il ​​78 per cento più probabilità di sviluppare il diabete rispetto a coloro che mangiavano meno di 200 grammi al giorno.

"Dato che una gran parte della popolazione mondiale consuma riso e carboidrati come il pilastro della loro dieta, i dati prospettici che collegano l'assunzione di carboidrati raffinati a maggior rischio di diabete di tipo 2 possono avere implicazioni significative per la salute pubblica", concludono gli autori.

Journal riferimento: Arch Intern Med. 2007; 167 (21): 2304-2309, 2310-2316.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha