Individuazione quando i tassi di Binge Eating Converge Across Races

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le ricerche esistenti mostra che i tassi di binge eating tra le donne adulte è praticamente identico in tutta corsa. Tuttavia, tra le donne di età del college, è una storia diversa: le donne caucasiche sono più inclini a mostrare comportamenti binge eating rispetto alle donne afro-americane, secondo uno studio presentato al meeting scientifico annuale di questo mese della Obesity Society.

"Stiamo cercando di capire quando la traiettoria dieta cambia, e quando è che gli afro-americani cominciano a mostrare questi comportamenti. E 'importante guardare le abitudini alimentari di questo gruppo in quanto possono contribuire al precoce peso insorgenza e l'obesità, "ha detto Melissa Napolitano, psicologo clinico presso il Centro di ricerca di obesità e l'istruzione e professore associato di chinesiologia nel Collegio di Professioni Sanitarie.

Nello studio, 715 studenti universitari di sesso femminile hanno completato un sondaggio on-line su abitudini di salute, comportamenti e atteggiamenti. Ogni donna auto-riferito la sua altezza e peso. Le risposte sono state poi confrontate con il disturbo alimentare Diagnostic Scale, un questionario che viene utilizzato per diagnosticare una varietà di disturbi alimentari, e il Binge Eating Scale, per valutare la gravità dei sintomi binge eating.




Binge Eating Disorder è classificato da mangiare quantità di cibo più grande della maggior parte delle persone avrebbe considerato normale in un periodo di 2 ore; un senso di perdita di controllo durante questi periodi di mangiare; mangiare oltre il punto di sentirsi comodamente pieno; e sentimenti di imbarazzo, depressione, ansia o senso di colpa dopo aver mangiato.

Nel complesso, gli studenti afro-americani sono stati meno probabile che gli studenti caucasici per soddisfare i criteri di binge eating e avevano sintomi meno gravi. Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che i predittori di binge eating gravità dei sintomi erano simili, tra cui umore depresso, e la percezione di sentirsi grassa.

I ricercatori dicono che è possibile che la cultura svolge un ruolo nella diagnosi e che il consumo di porzioni più grandi non può essere etichettato come tale da afroamericani.

"Queste donne potrebbero essere binge eating, ma possono avere meno ansia e angoscia che circonda le loro abitudini alimentari, in modo da non riconoscerlo come un problema", ha detto Napolitano, aggiungendo che ulteriori studi sono necessari per esaminare le differenze di abitudini alimentari e comportamenti tra le diverse culture.

Circa 31-33 per cento degli studenti universitari sono in sovrappeso, e aumento di peso è stato dimostrato di aumentare nel corso della loro carriera accademica. In questo studio il 22 per cento dei caucasici e il 37 per cento degli afro-americani erano in sovrappeso o obesi. Le ricerche esistenti suggeriscono che binge eating potrebbe essere un fattore di aumento di peso nel corso del tempo.

Accoppiato con il fatto che i tassi di obesità sono particolarmente elevato tra le donne afro-americane, Napolitano dice che è fondamentale per avere trattamenti personalizzati e programmi educativi disponibili per le donne di diversa estrazione.

"Le donne di età college sono in una fase critica del loro sviluppo, e non c'è quasi nessuna ricerca che guarda i comportamenti binge eating tra le donne afro-americane. Abbiamo bisogno di fare un lavoro migliore a capire queste pratiche alimentari per progettare e valutare sia la prevenzione e il trattamento sforzi ", ha detto.

Il co-autore di questo studio è Susan Himes, presso la Mayo Clinic. Il finanziamento per questa ricerca è stato fornito dal Temple University.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha