Indurimento dell'aorta aumenta il rischio di ictus

Marzo 24, 2016 Admin Salute 0 156
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

St. Louis, 1 aprile 1999 - I ricercatori hanno scoperto che l'ispessimento della aorta nel luogo in cui la nave si attacca al cuore può aumentare significativamente il rischio di ictus. Segnalazione in 1 apr 1999 numero del Journal of American College of Cardiology, investigatori Washington University School of Medicine di St. Louis, dicono aterosclerosi, o indurimento, dell'aorta ascendente predice futuro lesioni cerebrali e la morte.

"Questo è il primo studio prospettico a lungo termine del rapporto tra aterosclerosi nell'aorta e il rischio di ictus e di morte. Abbiamo scoperto che, come questa importante nave diventa rischio aumenta malata, a lungo termine drammaticamente", dice Victor G. Davila- Roman, MD, ricercatore principale e professore associato di medicina e di anestesiologia. "Ora che abbiamo identificato i pazienti a rischio il prossimo passo è quello di individuare i trattamenti che possono abbassare il rischio."

Davila-romana e colleghi hanno studiato 1.957 pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca. Durante l'intervento, i ricercatori hanno immagini dell'aorta ascendente usando una tecnica chiamata ultrasuoni epiaortici. Dopo aver valutato quelle immagini per rilevare la presenza e la gravità di aterosclerosi, seguirono studio i pazienti per una media di tre anni e mezzo.




L'ictus è un problema importante in pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca. A seconda dell'età del paziente e altri fattori di rischio, fino al 15 per cento hanno tratti durante o subito dopo l'intervento chirurgico. Questi ricercatori precedentemente avevano dimostrato che indurimento dell'aorta era un fattore di rischio per tali tratti. Questo nuovo studio ha voluto sapere se il rischio diminuirebbe con il tempo o rimanere alta nei pazienti con indurimento dell'aorta.

Più della metà dei pazienti in questo studio non avevano segni di aterosclerosi. Circa il 24 per cento ha avuto malattia lieve, mentre il 13 per cento sono stati classificati come moderati. Il restante 5 per cento aveva grave aterosclerosi nell'aorta.

"Quando sono andato a scuola di medicina, ci hanno insegnato che l'aorta era praticamente risparmiato da indurimento delle arterie, ma questo studio e altri mostrano che idea era sbagliato", dice Benico Barzilai, MD, co-ricercatore e professore associato di medicina .

Anche se alcuni pazienti provenienti da tutti e quattro i gruppi hanno subito eventi neurologici o sono morti negli anni dopo il loro intervento, i tassi erano significativamente più alti nei pazienti con aterosclerosi più avanzate. Nei pazienti con aorte normali o aterosclerosi mite, circa il 4 per cento ha subito colpi o brevi eventi, simil-ictus cosiddetti attacchi ischemici transitori (TIA) nei tre anni dopo l'intervento. Circa il 15 per cento dei pazienti con aorte normali morto per varie cause durante il follow-up, e il 22 per cento di quelli con malattia lieve morto.

Nei pazienti con malattia moderata, l'incidenza di ictus o TIA è salito al 5,6 per cento, e il 31 per cento è morto durante il follow-up. Quelli con grave aterosclerosi sofferto colpi o TIA ad un tasso di poco superiore al 10 per cento, e oltre il 43 per cento sono morti durante il periodo di follow-up.

In tutto, il rischio di un evento neurologico o morte aumentato volte e mezzo come la gravità dell'aterosclerosi aumentato da normale o lieve a moderata. E c'era più di un aumento del 300 per cento l'incidenza sia la gravità della malattia progredito dal normale o lieve a grave.

"Altri fattori aumentano il rischio di ictus e di mortalità troppo", spiega Davila-romana. "L'età del paziente è strettamente legato, così come i livelli di colesterolo alto, il diabete, il fumo e blocchi nelle arterie carotidi che portano il sangue al cervello. Ma il nostro studio dimostra chiaramente che l'aterosclerosi in aorta ascendente è un fattore di rischio indipendente e significativo . "

La maggior parte dei coaguli di sangue tempi causando formano nel cuore e nelle arterie carotidi portano al cervello, ma la fonte di circa il 40 per cento di colpi è sconosciuta. Davila-romana e Barzilai ritengono che aortas malati potrebbero spiegare alcuni di loro.

"Durante l'intervento, il chirurgo manipola l'aorta un bel po '. Se si può immaginare una aorta pieno di targa, si può vedere che in pazienti con aterosclerosi, una di quelle placche potrebbe staccarsi come la nave si muove intorno. O forse potrebbe rompere settimane libere o anni più tardi e migrare verso il cervello per causare un ictus ", spiega Davila-romana.

O forse indurimento dell'aorta è un segno di malattia in tutto il corpo, i ricercatori dicono. In tal caso, placche nell'aorta non potrebbero causare un ictus, ma potrebbero segnalare la presenza della malattia in altri recipienti. In uno studio precedente, i ricercatori hanno scoperto che indurimento dell'aorta è legata ad insufficienza renale, presumibilmente attraverso lo stesso meccanismo che potrebbe causare ictus.

"La nostra tecnica di imaging ci permette di mettere la sonda ecografica destra sulla nave e guardare direttamente l'aorta ascendente", dice Barzilai. "E 'facile immaginare che se le placche si rompono sciolto, essi possono potenzialmente viaggiare fino a valle verso i vasi sanguigni che alimentano il oi reni cervello o altri organi. Ma è anche probabile che i pazienti con la malattia in questa parte molto presto dell'aorta hanno anche aterosclerosi tutto il corpo. "

I ricercatori sperano di testare terapie disponibili per sapere se si può abbassare il rischio di ictus e di morte con l'aspirina, warfarin o altri farmaci anti-piastrinici e anticoagulanti.

Questa ricerca è stata sostenuta in parte da una sovvenzione della American Heart Association.

###

Il tempo pieno e di volontariato facoltà della Washington University School of Medicine sono i medici e chirurghi di Barnes-Jewish e ospedali di St. Louis per bambini. La Facoltà di Medicina è uno dei leader nella ricerca medica, l'insegnamento e la cura dei pazienti istituzioni della nazione. Attraverso le sue affiliazioni con Barnes-Jewish e ospedali Bambini St. Louis, la Scuola di Medicina è legata a BJC Health System.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha