Infezione da HIV nasce da alcuni virus

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio rivela l'identità genetica del virus dell'immunodeficienza umana (HIV), la versione responsabile della trasmissione sessuale, in dettaglio senza precedenti.

La scoperta fornisce indizi importanti nella continua ricerca di un vaccino contro l'HIV/AIDS efficace, ha detto che i ricercatori della University of Alabama a Birmingham (UAB). Il team ha scoperto che tra UAB miliardi di HIV varianti pochi portare a trasmissione sessuale.

Studi precedenti hanno dimostrato che un effetto 'collo di bottiglia' dove si verifica mentre molte varianti sono presenti nel sangue alcune versioni del piombo virus alle infezioni. Lo studio UAB è il primo ad utilizzare l'analisi genetica e la modellazione matematica per identificare con precisione i virus responsabili della trasmissione del virus HIV.




George M. Shaw, MD, Ph.D., professore nei dipartimenti UAB di Medicina e Microbiologia e senior autore della relazione, ha detto che la ricerca getta nuova luce sulle potenziali vulnerabilità del virus in un momento in cui la scienza, la medicina e la società sono ancora scossa dal fallimento di un importante vaccino contro l'HIV sperimentazione clinica.

"Ora siamo in grado di identificare in modo inequivocabile quei virus che sono responsabili per la trasmissione sessuale del virus HIV-1. Per la prima volta siamo in grado di vedere chiaramente il volto del nemico", ha detto Shaw, un capo progetto con il Centro per l'HIV/AIDS Vaccine Immunology. Il centro è un National Institutes of consorzio-Salute sponsorizzato di ricercatori UAB, Harvard Medical School di Boston, Oxford University in Inghilterra, la University of North Carolina a Chapel Hill e la Duke University di Durham, Carolina del Nord

I nuovi HIV-1 risultati sono pubblicati on-line negli Atti della National Academy of Sciences.

Il nuovo studio è stato effettuato da sequenziamento molte copie del virus HIV busta gene presente nei virus prelevati da 102 pazienti infettati di recente. Il gene busta codifica per una proteina chiamata Env che forma parte del rivestimento esterno del virus, ed è responsabile per la sua infettività.

I ricercatori hanno poi utilizzato sofisticati modelli matematici di replicazione dell'HIV e cambiamento genetico per identificare il virus o virus responsabile della trasmissione. Nell'80 per cento dei pazienti contagiati, un singolo virus ha causato la trasmissione, anche se ogni virus è diverso in ogni paziente. Nell'altra 20 percento dei pazienti da due a cinque virus uniche causati trasmissione.

"In precedenza, i ricercatori impiegati metodologie inesatte che impedivano una precisa identificazione del virus che ha avviato l'infezione", ha detto Brandon Keele, Ph.D., un istruttore in Dipartimento di Medicina della UAB e ricercatore principale dello studio. "I nostri risultati ci permettono di identificare non solo il virus trasmesso, ma anche i virus che si evolvono da essa."

La squadra UAB ha detto il loro lavoro avrebbe portato a nuove ricerche su come i diversi geni dell'HIV e proteine ​​lavorano insieme per fare un virus biologico adatto per la trasmissione e per la crescita a fronte di immunità di montaggio.

Le statistiche mostrano che, mentre la percentuale mondiale di persone infette da HIV si è stabilizzato, il numero totale dei casi di HIV è in aumento. Nel 2007, 33,2 milioni di persone sono stati stimati a vivere con l'HIV, 2,5 milioni di persone sono state infettate e 2,1 milioni di persone sono morte di AIDS, secondo il Programma congiunto delle Nazioni Unite sull'HIV/AIDS (UNAIDS) e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il nuovo studio è stato sponsorizzato da sovvenzioni dal National Institute of Allergy e Malattie infettive e la Bill and Melinda Gates Foundation. E 'stato condotto da ricercatori dei dipartimenti di UAB Medicina e Microbiologia, alla Duke University, Los Alamos National Laboratory e l'Istituto di Santa Fe in New Mexico, l'Università del Massachusetts ad Amherst, la University of North Carolina, Chapel Hill, l'Università di Maryland a College Park, l'Università della California, San Francisco, l'Università di Rochester a New York e l'Università di Città del Capo in Rondebosch, Sudafrica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha