Infezioni respiratorie collegati ad un aumento di infarti e ictus

Maggio 16, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio, che appare oggi nella edizione on line del European Heart Journal, ha trovato una forte evidenza che le infezioni respiratorie recenti aumentano il rischio di infarti e ictus, entrambi i quali sono più comuni in inverno.

È da alcuni anni stato riconosciuto, utilizzando le informazioni da certificati di morte, che ci sia un eccesso di decessi per malattia coronarica (CHD) e l'ictus durante i mesi invernali, oltre a quelli direttamente imputabili alle morti per malattie respiratorie. Più prova diretta è stato necessario.

Gli autori di questo studio applicati alla British Heart Foundation di finanziamento per consentire loro di svolgere ulteriori ricerche per confermare o confutare le conclusioni di studi precedenti sulla base di informazioni provenienti da prassi generale che ha dimostrato che le infezioni respiratorie sono stati un forte fattore di rischio per l'ictus.




Il gruppo, guidato da Tim Clayton e Tom Meade della London School of Medical Statistics Unit Hygiene & Tropical Medicine, ha condotto uno studio caso-controllo clinico in un database generale pratica, il database Disease IMS Analyzer Mediplus (IMS), che viene utilizzato ampiamente nella ricerca epidemiologica. Contiene i dettagli di circa due milioni di pazienti registrati con circa 500 medici.

Hanno trovato un raddoppio del rischio sia di infarto e ictus nella settimana successiva infezione respiratoria, che ha ridotto nel tempo in modo che ci fosse poco eccesso di rischio oltre un mese. Rischio non dipende dall'età o dal sesso e per attacco di cuore è stato visto ad ogni livello di rischio che precede, se questa fosse stata bassa o alta. C'era anche qualche evidenza di un'associazione tra recente infezione del tratto urinario e successivo attacco di cuore o ictus.

I ricercatori dicono che il vantaggio di ridurre le infezioni delle vie respiratorie, sia garantendo elevati tassi di vaccinazione o da trattare e prevenire le infezioni, può essere notevole.

Tim Clayton commenta: 'Questi dati aggiungono al crescente corpo di prove che collegano infezioni respiratorie con conseguente rischio di eventi cardiovascolari. Tuttavia, il rischio assoluto di un evento del genere a un individuo con un'infezione respiratoria rimane basso '.

Dr. Mike Knapton, Direttore di prevenzione e di cura alla British Heart Foundation, che ha finanziato lo studio, dice: 'Si consiglia di chiunque con la malattia di cuore ha il jab influenza. L'influenza è una grave infezione, in particolare nei pazienti con malattie cardiache come l'insufficienza cardiaca, e potrebbe persino innescare un attacco di cuore.

'' Flu è un potenziale assassino e malati di cuore sono offerti il ​​jab influenza gratis, non importa quale sia la loro età. Si consiglia vivamente che occupano l'offerta di darsi una protezione contro l'influenza '.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha