Influenza di latte materno formula vs. e genetica sulla composizione flora intestinale potrebbe aiutare a prevenire la malattia celiaca

Giugno 13, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La condizione autoimmune, malattia celiaca, colpisce circa uno su 133 americani. Si è causata da una combinazione di fattori genetici ed ambientali. Ora un team di ricercatori provenienti da Spagna dimostra che il livello di rischio genetico della malattia celiaca influenza la composizione del microbiota intestinale bambini ', e conferma studi precedenti che mostrano che il tipo di alimentazione del latte - materno vs. formula - influenza anche la distribuzione delle specie . La loro ipotesi è che questi cambiamenti nella flora batterica intestinale possono influenzare direttamente il rischio di celiachia, e che se è così, i cambiamenti nella dieta - in particolare l'allattamento al seno - potrebbe ridurre tale rischio.

La ricerca è pubblicata nel numero di agosto 2011 della rivista Applied and Environmental Microbiology.

L'intestino è colonizzato neonato subito dopo la nascita da microrganismi della madre e l'ambiente. All'inizio di ricerca ha dimostrato che l'allattamento protegge contro la malattia celiaca rispetto all'alimentazione di formula, così come quella della microflora intestinale è meno diversificata in seno rispetto ai neonati alimentati artificialmente, con differenti generi prevalenza in ciascuna. La nuova ricerca dimostra anche che i neonati ad alto rischio genetico della malattia celiaca hanno un'alta prevalenza di determinati Bacteroides spp che è diverso dalla popolazione in quelli a rischio genetico bassa.




I ricercatori riferiscono inoltre che il tipo di latte influenza composizione Bacteroides specie, in particolare con l'allattamento al seno favorisce la prevalenza di B. uniformis, una specie associate con il genotipo a basso rischio, e ridurre le differenze di Bacteroides composizione delle specie tra i due gruppi di rischio genetici. "Nel complesso, questo potrebbe spiegare il ruolo protettivo che l'allattamento al seno gioca contro lo sviluppo della malattia celiaca, come riportato in precedenti studi osservazionali", spiega investigatore principale Yolanda Sanz dell'Instituto de Agroquimica y Tecnologia de Alimentos, Valencia, Spagna.

Se le associazioni tra la composizione del microbiota intestinale, il genotipo, e l'incidenza della celiachia sono confermati, "Saremo in grado di raccomandare l'allattamento al seno, e di proporre studi di intervento dietetico per modulare il microbiota intestinale in soggetti a rischio di sviluppare la malattia celiaca, in per cercare di evitare il suo sviluppo ", dice Sanz.

Lo studio comprende 75 neonati a termine, tutti con almeno un primo grado relativa sofferenza di celiachia, ma che avevano diversi gradi di rischio genetico. Nello studio, i ricercatori hanno ordinati i bambini in due gruppi in base al rischio genetico, un gruppo ad alto rischio (7-28 per cento), e un basso rischio (meno dell'uno per cento) del gruppo. Hanno in programma di seguire i bambini abbastanza a lungo per determinare chi ottiene la malattia, che fare ulteriore luce sul fatto che la flora intestinale influenzano rischio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha