Influenza prima in tempo reale previsioni di successo

Maggio 9, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati sono stati in grado di prevedere in maniera affidabile i tempi della stagione 2012-2013 l'influenza fino a nove settimane prima del suo picco. La prima dimostrazione su larga scala del sistema di previsione di influenza da scienziati Mailman School of Public Health della Columbia University è stata realizzata in 108 città degli Stati Uniti.

I risultati sono stati pubblicati online sulla rivista Nature Communications.

Il sistema di previsione influenza adatta le tecniche utilizzate nella moderna previsioni del tempo per trasformare in tempo reale, le stime basate sul Web di infezione influenzale in previsioni locali del picco stagionale per località. Attività influenzale ha raggiunto il picco nella città del sud-est già nel dicembre 2012, ma crestato nella maggior parte del paese nelle prime settimane del 2013.




Anno per anno, la stagione influenzale è molto variabile. Può succedere ovunque da dicembre ad aprile. Ma quando arriva, città possono andare da praticamente nessun caso a migliaia in un tempo molto breve. "Avere una maggiore preavviso dei tempi e l'intensità di focolai di influenza potrebbe impedire una parte di queste infezioni influenzali, fornendo informazioni utili per i funzionari e il pubblico in generale", dice il primo autore Jeffrey Shaman, PhD, assistente professore di Environmental Health Sciences presso la Columbia University di Mailman School of Public Health.

Per il pubblico, la previsione di influenza potrebbe promuovere una maggiore vaccinazione, l'esercizio della cura alla gente starnuti e tosse, e una migliore consapevolezza di salute personale. Per i funzionari di salute, potrebbe informare le decisioni sul numero di vaccini e farmaci antivirali ad accumulare, e nel caso di una epidemia virulenta, se altre misure, come la chiusura delle scuole, sono necessari.

Risultati dello studio

Il nuovo studio si basa su 2.012 studio dei ricercatori che ha utilizzato il sistema per prevedere retrospettivamente il picco di influenza a New York per gli anni 2003-2008. Tale ricerca è stata limitata ad una città ed eseguito come test del sistema. L'attuale studio è il primo a fare previsioni in effettivo tempo reale e per l'intero paese.

A partire a fine novembre del 2012, i ricercatori hanno utilizzato il sistema di previsione influenza effettuare stime settimanali per 108 città. Hanno condiviso i risultati con il CDC e pubblicati online in un archivio accademico. Verso la fine del 2012, quattro settimane nella stagione influenzale, il sistema aveva predetto il 63% delle città con precisione. Come la stagione progredito, la precisione è aumentata. A settimana quattro, è previsto con successo il picco stagionale nel 70% del paese. Era in grado di dare tempi di realizzazione accurati fino a nove settimane prima del picco; la maggior parte dei tempi di realizzazione sono stati due a quattro settimane.

Le previsioni di influenza erano anche molto più affidabili di quelli realizzati con alternativo, approcci che si basano su dati storici. "Il nostro metodo notevolmente sovraperformato questi schemi alternativi," dice il Dott Shaman.

I ricercatori hanno visto differenze regionali nella precisione del sistema, ma erano probabilmente entro variazione normale. "A titolo di esempio, a posteriori, siamo stati in grado di prevedere l'influenza di Chicago molto bene, quest'anno abbiamo fatto un lavoro terribile in quella città per altre città, ha tenuto il contrario Una media fuori Nel complesso il sistema eseguito... molto bene, "dice il Dott Shaman. Tuttavia, ci sono stati accenni di differenze geografiche. "Siamo stati in grado di fare previsioni migliori in città più piccole. Densità di popolazione può anche essere importante. Si suggerisce che in una città come New York, potremmo aver bisogno di prevedere in una granularità più fine, forse, a livello di quartiere. In una grande città tentacolare come Los Angeles, ci potrebbe essere necessario prevedere l'influenza a livello di singoli quartieri. "

Google Trend influenzali Goes "Off the Rails"

I ricercatori hanno progettato il sistema di previsione influenza di utilizzare dati combinati dal 1) Google Flu Trends, che rende stime di focolai in base al numero di query di ricerca riguardanti l'influenza, e 2) i rapporti regionali specifici dai Centers for Disease Control su casi accertati di influenza. L'approccio di sistema è analogo a previsioni meteo, che impiega i dati osservativi in ​​tempo reale per ridurre l'errore delle previsioni del modello. Nell'ultimo anno, i ricercatori hanno leggermente modificato il sistema per essere più rappresentativi di influenza piuttosto che influenza e altri problemi respiratori. Tuttavia, c'era un livello insolito di "rumore" nei dati relativi a problemi con Google Trend influenzali.

Come è potuto succedere? Una spiegazione è l'elevato numero di storie dei media circa l'influenza, tra cui alcuni per il sistema di previsione stessa influenza. Il risultato è stato un picco di persone che utilizzano Google per ricercare l'influenza, che avrebbe potuto sovraccaricato l'algoritmo Trend influenzali. E 'un'ironia non si perde sul Dr. Shaman. "C'è stato un enorme quantità di attenzione dei media accordato alla influenza scorso anno. Sono stato parte del problema stesso", dice. Un altro fattore potrebbe essere stato il particolare ceppo di influenza in circolazione. "L'influenza è stata molto virulenta ed era rendere le persone molto malata, più che le stagioni precedenti," dice il Dott Shaman. Anche questo avrebbe potuto portare a un picco di Google query di ricerca riguardanti l'influenza. (Nel mese di ottobre, Google ha annunciato di aver rivisto il Flu Trends, che il dottor Shaman spera renderà previsione influenza più accurato.)

Il sistema sarà rimesso in azione quando la stagione influenzale ricomincia. "In questo momento ci sono pochi casi di influenza, ma non appena l'ago inizia a muoversi, noi iniziare a fare previsioni," dice il Dott Shaman. Questa stagione le previsioni saranno più facilmente accessibili al pubblico su un sito web ospitato da Mailman School of Public Health Columbia prevede di lanciare nelle prossime settimane.

In tutto il mondo, l'influenza uccide circa 250.000 a 500.000 persone ogni anno, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Negli Stati Uniti 3,000-49,000 muoiono di influenza ogni anno, e circa il 45% degli americani sono stati vaccinati per l'influenza, secondo il CDC.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha