Influenza Vaccine Associated Con leggero aumento del rischio di ospedalizzazione per disturbi neurologici

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Vaccino antinfluenzale è associato ad un piccolo aumento del rischio, ma per il ricovero con la malattia neurologica potenzialmente debilitante nota come sindrome di Guillain-Barrй, sebbene il rischio assoluto associato con il vaccino è molto basso, secondo un rapporto del 13 novembre questione di Archives of Internal Medicine, una delle JAMA/Archivi riviste.

La sindrome di Guillain-Barrй colpisce circa una persona su 100.000 individui all'anno, in base alle informazioni in questo articolo. Il disturbo si verifica quando il sistema immunitario attacca una parte del sistema nervoso, causando debolezza o formicolio che può eventualmente peggiorare alla paralisi. I rapporti precedenti hanno collegato il vaccino influenzale allo sviluppo di sindrome di Guillain-Barrй, ma l'incertezza rimane sull'associazione.

David N. Juurlink, MD, Ph.D., Istituto di Scienze Cliniche valutativa (CIEM), Università di Toronto, Ontario, e colleghi hanno studiato i residenti di Ontario, Canada, dove un programma di vaccinazione antinfluenzale universale che fornisce vaccinazioni annuali gratuiti a tutti i residenti 6 mesi di età o più anziani è stato istituito nel mese di ottobre del 2000. In primo luogo, i ricercatori hanno identificato tutti i casi di ospedalizzazione per sindrome di Guillain-Barrй tra i residenti dell'Ontario 18 anni di età e dal 1 ° aprile 1993 e il 31 marzo 2004. Essi poi identificati che di i pazienti avevano ricevuto vaccini contro l'influenza e rispetto il loro rischio di ospedalizzazione per sindrome di Guillain-Barrй entro 2-7 settimane dopo la vaccinazione per il periodo di tempo 20-43 settimane più tardi. In una seconda analisi esaminando il numero totale dei ricoveri per sindrome di Guillain-Barrй in Ontario tra il 1991 e il 2004, i ricercatori hanno confrontato il numero di casi, prima e dopo il programma di immunizzazione è iniziato nel 2000.




Tra il 1993 e il 2004, i ricercatori hanno identificato 1.601 ricoveri a causa di sindrome di Guillain-Barrй in Ontario, 269 dei quali si è verificato nel raggio di 43 settimane dalla paziente che riceve un vaccino in ottobre o novembre (che si presume essere un vaccino influenzale). Tempi di pazienti sono stati circa un anno e mezzo più probabilità di essere ricoverati in ospedale per la sindrome di Guillain-Barrй nelle 2-7 settimane dopo la vaccinazione di quanto non fossero 20-43 settimane più tardi. In seconda analisi, i ricercatori hanno esaminato i 2.173 ricoveri dovuti a sindrome di Guillain-Barrй che si è verificato in Ontario tra 1991 e il 2004 (170 nuovi casi all'anno, ovvero circa 14 casi per milione di persone all'anno). Essi non hanno trovato alcuna differenza significativa nel tasso di ospedalizzazione per sindrome di Guillain-Barrй prima e dopo l'inizio del programma di immunizzazione.

"I nostri risultati devono essere interpretati con cautela," scrivono gli autori. "L'aumento del rischio relativo abbiamo osservato corrisponde ad un basso rischio assoluto per la sindrome di Guillain-Barrй, data la bassa incidenza di base della malattia (circa uno 100.000). Inoltre, la mancanza di associazione a livello salute della popolazione è coerente con l'impressione prevalente che il vaccino influenzale è solo una delle molte possibili cause di sindrome di Guillain-Barrй ".

A causa del rischio complessivo basso per sindrome di Guillain-Barrй, medici e pazienti devono prendere in considerazione in primo luogo i benefici di vaccini contro l'influenza quando prendere una decisione sull'opportunità o meno di ottenere immunizzati. Tuttavia, gli individui che ricevono i colpi devono essere informati del rischio di sindrome di Guillain-Barrй e una strategia di sorveglianza dovrebbe essere attuato come parte di un programma di vaccinazione di massa.

(Arch Intern Med 2006; 166:. 2217-2221 Disponibile pre-embargo ai media a http://www.jamamedia.org..)

Nota del redattore: Questo studio è stato sponsorizzato in parte da una sovvenzione da parte del Canadian Institutes of Health Research. Co-autori Drs. Juurlink e Wilson sono supportati da nuove Investigator Award dal Canadian Institutes of Health Research. Dr. Juurlink è sponsorizzato dall'Università di Toronto Drug Safety Research Group. Co-autore Dr Kwong è sostenuto da un premio borsa di studio Canadian Institutes of Health Research.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha