Innovativo non-invasiva 'biopsia liquida' metodo per catturare cellule tumorali circolanti da campioni di sangue per i test genetici

Marzo 31, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca è guidato dal professor Toshiyoshi Fujiwara, Okayama University Graduate School of Medicine, Odontoiatria, e Scienze Farmaceutiche ed è stato pubblicato nel maggio 2014 Gut.

Il fattore chiave nella cattura estremamente basse quantità di CTC in diretta da milioni di sfondo leucociti del sangue si rivolge l'elevata attività della telomerasi di cellule tumorali maligne con proteina verde fluorescente (GFP) che esprimono la telomerasi specifico adenovirus replica (OBP-401, TelomeScan [2,3] ).




In particolare, il professor Fujiwara e colleghi hanno già riportato sui test clinici su OBP-401 etichettatura GFP base per rilevare CTC dal vivo nei tumori ovarici e gasterointestinal.

"Questo 'biopsia liquida' attraverso un semplice esame del sangue potrebbe essere effettuata in tempo reale e consente di ottimizzare e le decisioni di intervento terapeutico, tempestivo" stato i ricercatori.

Nel 1869 Thomas Ashworth primo ha segnalato la presenza di cellule tumorali circolanti (CTC), in pazienti con cancro avanzato nella sua relazione dal titolo: "Un caso di tumore in cui le cellule simili a quelle nei tumori sono stati osservati nel sangue dopo la morte". (Australian Medical Journal 14: 146-7, (1869)).

Tuttavia, è difficile da rilevare CTC perché ci sono molto piccole quantità di CTC nel sangue. Il cosiddetto sistema CellSearch è ampiamente utilizzato per rilevare CTC, in cui gli anticorpi sono utilizzati per indirizzare il principale marcatore di superficie cellulare epiteliale noto come la molecola di adesione delle cellule epiteliali (EpCAM).

È importante sottolineare che, una recente ricerca ha dimostrato l'esistenza di CTC eterogenei che hanno sia caratteristiche epiteliali e mesenchimali. Questa scoperta ha portato alla domanda per lo sviluppo di sistemi di acquisizione CTC che sono in grado di rilevare CTC indipendentemente dal marcatore di cellule epiteliali per il trattamento del cancro con farmaci a bersaglio molecolare.

Un altro fatto importante è che, attualmente, il trattamento del cancro mirata per il singolo paziente viene effettuata mediante analisi dei tumori primari. Le difficoltà con questo approccio sono che i tumori primitivi contengono pochissime cellule che causano le metastasi o recidiva, e campioni per analisi sono ottenute biopsie ago o la rimozione chirurgica del tessuto tumorale, che sono procedure invasive e vieta l'estrazione di tessuto da luoghi inaccessibili chirurgicamente.

Quindi vi è la necessità di metodi non invasivi in ​​grado di rilevare CTC indipendente dal marcatore di cellule epiteliali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha