Insegnare Old Pains New Tricks: Link con l'apprendimento e memoria fornire indizi Perché il dolore persiste

Aprile 7, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Alcune persone imparano a conoscere il dolore fin troppo bene. Questo è il concetto crescente tra neuroscienziati e anestesisti, che stanno trovando la prova che cronico, dolore persistente, compreso il dolore fantasma sperimentato da molti amputati e le persone con lesioni del midollo spinale, si apprende, proprio come i nostri ricordi.

Tale dolore è molto reale e spesso gravi. Circa il 60 per cento dei pazienti con lesioni del midollo spinale soffrire dolore fantasma - anche se non hanno la sensazione o la capacità di muovere le braccia o le gambe, ancora sentire dolore da quelle membra. In poche settimane o mesi dalla lesione iniziale, più pazienti che non riportano formicolio, pin-and-aghi dolore e bruciore e dolore lancinante che non può mai andare via. Lo stesso può essere vero con altre lesioni profonde, come la pallottola o coltellate, o di condizioni come il cancro, il diabete o l'artrite.

"C'è una buona dolore e non c'è male dolore", dice Jay anestesista Yang, MD, Ph.D., della University of Rochester Medical Center. "Buona dolore, anche se di solito non pensiamo come 'buono', è il solito tipo che tutti noi l'esperienza. Abbiamo tagliato noi e fa male, o toccare un bruciatore caldo e tirare via perché sentiamo dolore. Che aiuta a sopravvivere e ci protegge. Bad dolore è dolore patologica che persiste a lungo dopo la tua ferita è guarita. Non serve a niente. "




I medici come Yang stanno guardando le somiglianze fisiche tra il modo si forma una memoria, e il modo in cui dolore diventa persistente e cronica. Negli ultimi anni gli scienziati hanno riconosciuto che il cervello e il resto del sistema nervoso è molto più flessibile e adattabile di volta era pensato; descrivono i modi i nostri nervi si adattano come "plasticità neuronale" o "plasticità sinaptica." Ad esempio, i neuroni che memorizzano la memoria dei lineamenti del viso di una persona cara sono in realtà collegati insieme più strettamente e completamente di altri neuroni, e la capacità di queste cellule di passare segnali a vicenda si arricchisce, come due amici che possono comunicare risme dei dati con un semplice cenno d'intesa. La segnalazione avanzata e il collegamento è parte di un processo continuo e permanente, che costituisce la base fisica per la memoria e l'apprendimento.

Yang e altri neuroscienziati stanno arrivando alla conclusione che lo stesso tipo di processo può essere alla base del dolore neuropatico persistente e cronico, che deriva da danni ai nervi. Di solito, tale dolore si basa su un primo evento, come un'amputazione, che immediatamente causato una tremenda scarica di energia elettrica e chimica lungo i nervi del sistema nervoso. Successivamente, i nervi del midollo spinale continuano a registrare segnali di dolore, anche se non vi è alcuna causa fisica al dolore, e in effetti, in caso di dolore fantasma, ci può anche non essere un arto di avviare o trasmettere segnali di dolore.

"Crediamo che il dolore non ha origine con il tessuto che è stato originariamente danneggiato, ma che in realtà comincia nel sistema nervoso centrale, nel midollo spinale e il cervello", spiega Yang, professore in Dipartimenti di Anestesia e Farmacologia e Fisiologia. "L'esperienza cambia il sistema nervoso, come l'apprendimento. E 'come un ricordo di dolore che si ripete più e più volte nel sistema nervoso."

Yang dice che a causa di esperienze passate, il sistema nervoso è stato innescato per trasmettere segnali di dolore in modo più efficiente: i segnali piccolo dolore possono essere amplificati, con conseguente sensazione di dolore modo sproporzionato alla quantità di dolore si sarebbe normalmente esperienza. E più cellule nervose vengono coinvolti nel processo.

Tale dolore lascia spesso i medici ostacolati. Gli oppiacei come la morfina sono la prima scelta, ma spesso non funzionano bene fino a effetti collaterali come la stitichezza, confusione e sonnolenza diventare gravoso. A volte i farmaci normalmente utilizzati per trattare la depressione e convulsioni contribuire ad alleviare un po 'il dolore.

Yang ei suoi collaboratori, John Kulli e Raymond Zollo dell'Università di Rochester, stanno esplorando un modo totalmente nuovo per il controllo del dolore neuropatico: la terapia genica. Yang e Christopher Wu, un ex membro della facoltà Rochester ora presso la Johns Hopkins University, hanno pubblicato una revisione dello status di terapia genica come trattamento futuro possibile per il dolore cronico nei numeri di giugno e luglio della rivista Anesthesiology.

Il corpo presenta molti bersagli interessanti per la terapia genica per il dolore, poiché decine di proteine ​​sono coinvolte nella creazione del corpo e la trasmissione dei segnali del dolore. Yang si sta concentrando su un composto noto come proteina chinasi C (PKC). Altri scienziati hanno creato topi che mancano del tutto la proteina; quei topi provano dolore normale, ma sembrano immuni al dolore neuropatico o patologico. Ma gli scienziati sono molto lontano da testare nelle persone un modo per mettere fuori la proteina completamente, e non c'è nessun farmaco disponibile che colpisce selettivamente PKC.

Così Yang sta sperimentando un tipo di terapia genica che "abbatte" o riduce la quantità di una forma di PKC. Lui sta usando piccole molecole conosciute come oligonucleotidi che legano l'RNA messaggero che dirige la produzione di PKC, legare il messaggero in una sorta di camicia di forza molecolare e impedendole di fare la proteina. Yang testato più di 20 siti sul gene prima di azzeramento su due che gli ha permesso di ridurre in ratti la quantità di PKC ad un quinto suo livello abituale. Ha trovato che i ratti con il livello inferiore di PKC erano molto meno sensibile al dolore.

Yang non è l'unico trovando legami tra memoria e dolore. All'inizio di quest'anno, gli scienziati della Washington University di St. Louis ha riferito che una proteina che permette alle cellule nervose di comunicare può aumentare la percezione di dolore cronico. Il team ha dimostrato che i topi con più recettori NMDA hanno migliorato la memoria e l'apprendimento delle competenze - sono più intelligenti - ma sono anche più sensibili al dolore. "Questo tipo di lavoro rafforza l'idea che il processo di base che porta alla formazione della memoria può essere lo stesso come il processo che provoca dolore cronico," dice Yang.

Tale ricerca di base sul dolore finisce per favorire i pazienti, spiega Yang. Ad esempio, molti medici ora fanno analgesia preventiva, dando farmaci antidolorifici per i pazienti prima di un intervento chirurgico. I pazienti sono profondamente addormentato quando viene eseguito un intervento chirurgico, e così si sentono nulla, anche quando hanno ricevuto farmaci per il dolore prima di un'operazione. Ma l'intervento è ancora traumatico, e una recente ricerca suggerisce che minimizzare gli effetti di aspiranti dolore sul sistema nervoso potrebbe aiutare i pazienti più tardi, dice Yang. Ora, grazie alla ricerca di base, molti anestesisti dare farmaci per il dolore prima di un intervento chirurgico.

"Con bisturi del chirurgo, si può introdurre un enorme risposta al dolore, che può provocare un cambiamento nel midollo spinale, che si tradurrà in intensificata dolore post-operatorio", spiega Yang. Ora molti anestesisti raccomandano il trattamento del dolore prima dell'intervento chirurgico, e gli studi clinici iniziali indicano che è efficace e riduce il dolore quando i pazienti svegliano dopo l'intervento chirurgico, dice Yang.

La ricerca di Yang è finanziato dal National Institutes of Health, il Dipartimento della Salute dello Stato di New York, e il Dipartimento della Difesa. Passa più di metà del suo tempo a fare ricerca, anche se la domanda di anestesisti è così grande che è difficile prendere tempo lontano dalla sala operatoria per fare ricerca di base che possono o non possono pagare.

"Ho passato un po 'meno tempo con i pazienti, ma se facendo questo tipo di ricerca, siamo in grado di controllare il dolore in definitiva più efficace in centinaia o migliaia di pazienti, mio ​​Dio, è meraviglioso," dice.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha