Insonnia cronica può portare ad ansia e depressione, studio suggerisce

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ognuno ha una serata occasionale di cattivo sonno. Per la maggior parte delle persone, l'insonnia dura solo pochi giorni e se ne va senza trattamento. Tuttavia, fattori come lo stress può causare un livello superiore di insonnia che può durare per diverse settimane. Questo tipo di insonnia non può andare via da solo, e può portare a problemi di salute sia a breve che a lungo termine, se non trattata. Secondo uno studio pubblicato nel 1 ° numero di luglio della rivista SONNO, insonnia cronica può aumentare le probabilità di sviluppare disturbi d'ansia e depressione.

Lo studio, condotto da Dag Neckelmann, MD, PhD, di Haukeland University Hospital di Bergen, in Norvegia, si è basata su dati raccolti da 25.130 adulti da due indagini sanitarie in generale. Dr. Neckelmann trovato relazioni significative tra il decorso longitudinale di insonnia cronica e lo sviluppo di disturbi d'ansia e depressione. Rispetto al gruppo di partecipanti senza insonnia cronica in entrambe le indagini, il gruppo con insonnia cronica è aumentato associazioni per aver sviluppato disturbi d'ansia e depressione.

"L'insonnia cronica è un indicatore dello stato di entrambi disturbo d'ansia e depressione", ha detto Neckelmann. "Da un punto di vista clinico, questi risultati implicano che individui segnalazione insonnia cronica, oltre a ricevere un trattamento adeguato per la loro disturbi del sonno, devono essere attentamente esaminati per la presenza di ansia e depressione."




Concentrandosi su insonnia cronica come un sintomo sia di ansia e depressione possono agevolare l'individuazione precoce di un disturbo mentale, così come l'individuazione di comorbilità, ha detto Nechelmann, che ha aggiunto che, anche se non dimostrata, alleviare l'insonnia cronica può ridurre il rischio di sviluppare disturbi d'ansia.

L'insonnia è una classificazione dei disturbi del sonno in cui una persona ha difficoltà ad addormentarsi, mantenere il sonno, o svegliarsi troppo presto. Questi disturbi possono anche essere definiti da una scarsa qualità complessiva del sonno.

L'insonnia è il disturbo del sonno più comunemente riportati. Circa il 30 per cento degli adulti hanno sintomi di insonnia. Meno del 10 per cento degli adulti sono suscettibili di avere l'insonnia cronica. L'insonnia è più comune tra le persone e le donne anziane.

Coloro che pensano che potrebbe avere l'insonnia, o di un altro disturbo del sonno, sono invitati a discutere i loro problemi con il proprio medico di base, che rilascerà un rinvio ad uno specialista del sonno.

Articolo: "insonnia cronica come fattore di rischio per lo sviluppo di ansia e depressione."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha