Integratori di ferro Meno durante il lavoro la gravidanza altrettanto bene per prevenire l'anemia, studio suggerisce

Maggio 31, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'assunzione di integratori di ferro una a tre volte alla settimana invece che ogni giorno è altrettanto efficace nel prevenire l'anemia nelle donne in gravidanza, secondo i risultati di una nuova revisione sistematica Cochrane. Gli autori della revisione hanno inoltre dimostrato che le donne hanno sperimentato un minor numero di effetti collaterali durante l'assunzione di integratori di ferro in modo intermittente, piuttosto che tutti i giorni.

La mancanza di ferro può causare anemia nelle donne in gravidanza, aumentando potenzialmente il rischio di complicazioni al momento del parto. Può anche essere dannoso per i loro bambini, attraverso un aumento del rischio di basso peso alla nascita e persino ritardato la crescita e lo sviluppo più tardi nella vita. anemia viene diagnosticata come un basso livello di emoglobina nel sangue. Tuttavia, i livelli di emoglobina devono essere controllati attentamente durante la gravidanza, come alte concentrazioni sono anche stati associati ad un aumentato rischio di bambini nati in anticipo o con basso peso alla nascita. Tradizionalmente, l'anemia in gravidanza è impedito da supplementi quotidiani che contengono ferro e acido folico, iniziato come all'inizio della gravidanza il più possibile. Tuttavia, alcuni paesi, come il Regno Unito, non raccomandano la supplementazione di ferro di prevenzione di routine a tutte le donne.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 18 studi clinici condotti su un totale di 4.072 donne in gravidanza che hanno assunto integratori di ferro da solo, con l'acido folico o con multi-vitaminici e integratori minerali. Secondo i risultati, le donne che hanno assunto integratori di ferro, due o tre volte alla settimana in giorni non consecutivi non erano più probabilità di soffrire di anemia entro la fine del loro gravidanze rispetto a quelli che li hanno presi tutti i giorni, e loro bambini non erano più probabilità di nascere presto o hanno un basso peso alla nascita. Inoltre, quelli che prendono i supplementi intermittenza piuttosto che ogni giorno sono stati meno probabile che si verifichino effetti collaterali tra cui nausea, costipazione e alti livelli di emoglobina durante la gravidanza.




"Integrazione di ferro intermittente potrebbe essere considerato come un'alternativa fattibile per supplementazione giornaliera per prevenire l'anemia durante la gravidanza, soprattutto nei paesi sviluppati, dove l'anemia in gravidanza non è un problema di salute pubblica e non vi è una buona cura prenatale per il monitoraggio dello stato di anemia," ha detto l'autore Juan Pablo Peсa-Rosas, Coordinatore delle prove e programma di orientamento del Dipartimento di Nutrizione per la Salute e lo Sviluppo presso l'Organizzazione Mondiale della Sanità a Ginevra, Svizzera. "Al momento prove è limitato e la qualità dei trial inclusi nella nostra recensione era generalmente bassa."

Gli autori della revisione affermano sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire sicure dosi di ferro materna e dei loro effetti sui bambini. "E 'importante valutare i nuovi regimi di essere in grado di rispondere alle necessità dei diversi paesi che devono affrontare sfide diverse nella prevenzione anemia durante la gravidanza. Vi informiamo che le prove fanno uno sforzo per valutare la salute di neonati e bambini dalla nascita fino a sei mesi di vita o di più, "ha detto Peсa-Rosas.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha