Interazioni sociali negativi aumentano il rischio di ipertensione negli anziani

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mantenere i vostri amici e nemici più vicini potrebbe non essere il miglior consiglio se siete 50 anni o più.

Una nuova ricerca della Carnegie Mellon University Rodlescia Sneed e Sheldon Cohen dimostra che incontri interpersonali spiacevoli o impegnative aumentano il rischio di ipertensione tra gli adulti più anziani.

Pubblicato in rivista Health Psychology della American Psychological Association, lo studio fornisce alcune delle prime prove concrete che le interazioni sociali negative non solo influenzano il benessere, ma anche la salute fisica psicologica - in questo caso, i livelli di pressione sanguigna. Ipertensione colpisce circa 65 milioni di americani, ed è una delle principali cause di malattie cardiovascolari, la principale causa di morte negli Stati Uniti




"Questo dimostra quanto sia importante social network sono come l'età - la costruzione di forti relazioni positive sono benefiche per la salute prolungata", ha detto Cohen, Robert E. Doherty Docente di Psicologia della Dietrich Collegio di scienze umane e sociali.

Per lo studio, Sneed e Cohen dati della Salute e Retirement Study, uno studio pluriennale di 1.502 adulti sani di età 50 e più utilizzati. Nel 2006, la frequenza di interazioni negative - scambi o comportamenti che hanno coinvolto richieste eccessive, critica, delusione o altri spiacevoli - con i loro partner, figli, altri membri della famiglia e amici è stata valutata mediante questionario. La pressione sanguigna è stata misurata a questa valutazione e quattro anni più tardi.

I risultati mostrano che ogni aumento della media punteggio totale interazione sociale negativo è stato associato con un 38 per cento maggiore probabilità di sviluppare ipertensione nel corso del periodo di quattro anni. Giovani adulti più anziani - quelli di età compresa tra 51-64 - erano anche più colpiti rispetto a quelli di 65 anni o più.

I ricercatori hanno anche osservato differenze di sesso nei loro risultati. Mentre interazioni negative predetto rischio di ipertensione tra le donne, queste interazioni non erano legati al rischio di ipertensione tra gli uomini.

"C'è un corpo di evidenze nella ricerca psicologia sociale suggeriscono che le donne si preoccupano di più e prestare maggiore attenzione alla qualità delle loro relazioni", ha detto Sneed, un dottorato di ricerca candidato in psicologia. "I nostri risultati suggeriscono che le donne sono particolarmente sensibili alle interazioni negative, il che è in linea con questo lavoro precedente."

I ricercatori hanno anche scoperto che il tipo di rapporto che conta. Interazioni negative tra amici e parenti hanno portato ad un aumento del rischio di ipertensione, mentre incontri poveri con partner e figli non hanno fatto la differenza.

"Conflitti interpersonali sono il fattore di stress più comunemente riportati, in modo da comprendere il loro impatto sulla salute e il benessere è particolarmente importante", ha detto Sneed.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha