Intervenire nel ciclo mortale di HIV Riproduzione

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quando una cellula ospite è infettato con l'HIV, il virus porta il proprio materiale genetico nella cellula ospite. Questa cella poi replica, legge il RNA virale, e lo utilizza come modello per la produzione di proteine ​​virali più. Virus complete vengono poi rilasciati per attaccare i prossimi cellule. Un team di ricercatori dell'Università di Zurigo (Svizzera) e l'Università di Washington (USA) ha sviluppato un nuovo potenziale punto di partenza per un farmaco che potrebbe intervenire in questo ciclo mortale.

Come riportato nella rivista Angewandte Chemie, si tratta di una molecola a forma di forcella che imita la struttura spaziale di un'importante proteina virale e dovrebbe pertanto interrompere lo scarico di RNA virale dal nucleo cellulare.

Un passo importante nel ciclo di vita di HIV e un potenziale punto di attacco per il trattamento è la seguente: L'RNA virale prodotta nel nucleo della cellula ospite viene trasportato come un lungo filo attraverso pori nella membrana cellulare nel citoplasma della cellula , dove viene tradotto in proteine ​​o confezionato in un involucro virale. Questo scarico è un processo attivo svolto da una proteina virale chiamata Rev. Per questo processo, molte unità Rev devono collegare a un sito di legame sulla RNA virale, chiamato l'elemento Rev-reattiva (RRE). La ricerca di un efficace inibitore RRE vincolante è finora rimasto senza successo.




Un dominio piccola ricca-arginina costituito da 17 amminoacidi permette la proteina Rev riconoscere suo sito di legame, un solco sulla RNA. Una volta vincolato al RNA, questo dominio adotta una forma elicoidale. E 'questa struttura proteica che il team guidato da John A. Robinson e Gabriele Varani voleva decodificare in modo da interrompere il legame di Rev a RRE.

I ricercatori hanno prodotto un peptide mimetico, una molecola che imita la struttura del peptide desiderato. Il gruppo ha già dimostrato che i peptidi α-elicoidale possono essere imitati da qualcosa chiamato un turn β-tornante. I ricercatori hanno catene laterali collegati al ponteggio robusta formato dalla "forcella" in modo che i gruppi di atomi necessari per il riconoscimento molecolare sono presentati così come sono nella peptide elicoidale originale.

Una serie di passi di screening, partendo da una piccola famiglia di peptidi ciclici mimetici forcella, ha portato allo sviluppo di una struttura che si lega saldamente e correttamente RRE. Questo composto ha anche la capacità di spostare la proteina Rev da complessi Rev-RRE.

"Mimetici peptide Hairpin sono una nuova classe di farmaci molto promettente", dice Robinson. "Speriamo che sia possibile sviluppare un farmaco indicato per il trattamento dell'HIV basata su questo fondamento."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha