Invecchiamento e longevità legata alla regione del cervello specifica nei topi

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Questo risultato ci ha sorpreso", dice l'autore senior Shin-Ichiro dello studio Imai, MD, PhD, un esperto di ricerca sull'invecchiamento della Washington University School of Medicine in St. Louis. "Dimostra che SIRT1 nel cervello è legato in un meccanismo che permette di animali di sopravvivere quando il cibo scarseggia. E questo potrebbe essere coinvolto con l'effetto durata crescente di diete ipocaloriche."

Imai spiega che i topi con una maggiore SIRT1 cervello hanno meccanismi interni che li rendono utilizzare l'energia in modo più efficiente, che li aiuta a muoversi in cerca di cibo, anche dopo un lungo digiuno. Questa maggiore efficienza energetica potrebbe aiutare a ritardare l'invecchiamento e prolungare la durata della vita.




I risultati della ricerca sono pubblicati nel 28 luglio del Journal of Neuroscience.

Ricerca passata di Imai dimostrato che SIRT1 è al centro di una rete che collega il metabolismo e l'invecchiamento. Una forma del gene è trovato in ogni organismo sulla terra. Il gene coordina reazioni metaboliche in tutto il corpo e gestisce la risposta del corpo alla nutrizione. SIRT1 viene attivato in condizioni di basso contenuto calorico, che hanno dimostrato di estendere i cicli di vita degli animali da laboratorio.

I ricercatori hanno scoperto che la chiave per un'attività extra dei topi si trova in una piccola regione del cervello chiamata ipotalamo, che controlla le funzioni vitali di base, come la fame, la temperatura corporea, la risposta allo stress e cicli sonno-veglia.

All'inizio del progetto di ricerca, l'autore principale dello studio Akiko Satoh, PhD, un socio di ricerca post-dottorato in biologia dello sviluppo, visto che i topi con diete ipocaloriche sono aumentati gli importi di SIRT1 in regioni specifiche dell'ipotalamo e che i neuroni nella stessa sono state attivate le regioni.

Così il team di ricerca topi che continuamente producono una maggiore quantità di SIRT1 nel cervello per vedere che cosa l'effetto sarebbe sviluppato. Questo è quando Satoh osservato insolito livello di attività dei topi in condizioni di digiuno.

"Questa è la prima volta che è stato dimostrato che SIRT1 è un mediatore centrale per l'adattamento alle condizioni di comportamento a basso contenuto calorico", afferma Satoh.

È interessante notare che questi topi, chiamato BRASTO topi (-SIRT1 overexpressing specifici del cervello), anche mantenuto temperature corporee elevate dopo 48 ore di digiuno rispetto ai topi normali, che sperimentano un calo della temperatura corporea durante il digiuno.

"I topi BRASTO hanno una capacità di più a venire con energia per ottenere una temperatura corporea più elevato e una maggiore livello di attività quando il cibo è limitato", dice Imai, professore associato di biologia dello sviluppo e della medicina.

Il team ha anche esaminato i topi che non avevano la capacità di produrre SIRT1 nel cervello. In condizioni-dieta limitando, questi topi non hanno aumentato la loro attività e la loro temperatura corporea è sceso più del normale, dando ulteriore prova che SIRT1 era essenziale per alta attività, risposte ad alta temperatura.

Come i ricercatori hanno esaminato più nel ruolo della SIRT1 nell'ipotalamo, hanno scoperto che durante la restrizione dieta, SIRT1 migliorato la produzione di uno specifico recettore neuronale nell'ipotalamo coinvolta nella regolazione del tasso metabolico, l'assunzione di cibo e la sensibilità all'insulina. Inoltre, i topi con una maggiore SIRT1 cervello avuto una risposta neurale superiore per l'ormone intestinale, la grelina, che è noto per stimolare l'ipotalamo in condizioni di basso contenuto calorico. Entrambi i risultati aggiungono peso di un ruolo significativo per SIRT1 nella risposta ipotalamica ad una dieta ristretta.

Gli scienziati continuano a studiare i topi BRASTO per vedere se vivono più a lungo rispetto ai topi normali.

Il loro lavoro suggerisce che il cervello, e in particolare l'ipotalamo, potrebbero svolgere un ruolo dominante nel governo il ritmo di invecchiamento. Essi credono che i loro studi potrebbero eventualmente fornire indizi per aumentare l'invecchiamento produttivo nelle persone.

"Se siamo in grado di migliorare la funzione dell'ipotalamo umana manipolando SIRT1, potremmo potenzialmente superare alcuni problemi di salute associati con l'invecchiamento", dice Imai. "Un esempio è l'anoressia di invecchiamento in cui le persone anziane perdono la spinta a mangiare. E 'possibile che il rafforzamento della SIRT1 potrebbe alleviare i problemi del comportamento come questo."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha