Ipnosi/combinazione anestesia locale durante l'intervento chirurgico aiuta i pazienti, riduce ricoveri in ospedale, secondo uno studio

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Utilizzando una combinazione di ipnosi e anestesia locale (LA) per alcuni tipi di intervento chirurgico può aiutare il processo di guarigione e ridurre il consumo di droga e il tempo trascorso in ospedale, gli anestesisti hanno trovato. La combinazione potrebbe anche contribuire ad evitare la reiterazione del cancro e metastasi, secondo una nuova ricerca che sarà presentato al Congresso Europeo Anestesiologia a Amsterdam.

Professor Fabienne Roelants e Dr. Christine Watremez, del Dipartimento di Anestesiologia alla Cliniques Universitaires St. Luc, UCL, Bruxelles, Belgio, hanno studiato l'impatto dell'utilizzo di Los Angeles e l'ipnosi in alcuni tipi di chirurgia del cancro al seno e di tiroidectomia (rimozione di tutti o parte della ghiandola tiroidea). "In tutte queste procedure anestesia locale è fattibile, ma non, di per sé, sufficiente a garantire il comfort del paziente," dice il professor Roelants.

Nel primo studio, 18 donne su 78 hanno avuto l'ipnosi per un certo numero di cancro al seno procedure chirurgiche - quadrantectomia (mastectomia parziale), la biopsia del linfonodo sentinella (esame del primo linfonodo o gruppo di linfonodi possono essere raggiunti da metastasi del cancro cellule) e dissezione ascellare (aprendo l'ascella esaminare o rimuovere alcuni o tutti i linfonodi) - mentre il resto era anestesia generale (GA) o le stesse operazioni. Anche se i pazienti che sono stati ipnotizzati trascorso alcuni minuti in più in sala operatoria, l'uso di droghe oppioidi nel primo gruppo è stata notevolmente diminuita, così come il tempo in sala di risveglio e degenza ospedaliera.




Nello studio della tiroide, i ricercatori hanno confrontato i risultati di 18 pazienti nel gruppo/ipnosi LA con 36 che avevano GA. Entrambi i gruppi avevano tiroidectomia video-assistita, nel tentativo di ridurre l'invasività della procedura senza ridurre il comfort del paziente. Ancora una volta l'uso di droghe, sala recupero e la degenza ospedaliera tempi sono stati notevolmente ridotti nel gruppo/ipnosi LA.

"Oltre a ridurre l'uso di droga e di permanenza tempo in ospedale, di essere in grado di evitare l'anestesia generale in chirurgia del cancro al seno è importante perché sappiamo che l'anestesia locale in grado di bloccare la risposta allo stress del corpo a un intervento chirurgico e potrebbe quindi ridurre la possibile diffusione di metastasi", il professor Roelants diranno.

"Insieme ad altri anestesisti dell'ospedale, siamo specializzati in ipnosi," dice il Dott Watremez. "Anche se ci sono particolari precauzioni da prendere - per esempio, solo l'ipnoterapeuta dovrebbe parlare con il paziente durante la procedura e dovrebbe evitare negativi, che incoscienza non può gestire, e il chirurgo deve essere gentile, evitare qualsiasi tirando nei movimenti, ed essere in grado di rimanere fresco in tutte le circostanze - è un procedimento semplice e apprezzato dai pazienti.

"Immaginate di guidare l'auto improvvisamente ti rendi conto quanto hai guidato, ma per lungo tempo la mente è altrove questo è estremamente comune, ed è niente di più né meno che una trance ipnotica mite -.. Uno stato modificato di la coscienza, con una diversa percezione del mondo. Il principio di ipnosi è quello di focalizzare l'attenzione su un punto particolare ", dice.

Questo punto può essere fissazione dell'occhio, il rilassamento muscolare progressivo, o il recupero di un ricordo piacevole. Che l'ipnosi funziona nel ridurre la percezione del dolore è stato dimostrato da una serie di studi, anche attraverso l'imaging del cervello con la tomografia ad emissione di posizione (PET). Effetti simili sono stati dimostrato utilizzando la risonanza magnetica (MRI). Esattamente come funziona l'ipnosi in questo senso è ancora in discussione. Alcuni ricercatori ritengono che impedisce le informazioni di raggiungere le regioni corticali superiori che sono responsabili per la percezione del dolore. Altri credono che permette una migliore risposta al dolore, attivando in modo più efficace i percorsi-dolore inibendo.

"C'è ancora un sacco di dibattito intorno l'esatto meccanismo che permette l'ipnosi per ridurre la percezione del dolore", dice il professor Roelants, "ma quello che assolutamente chiaro è che lo fa. Il risultato è che un terzo di tiroidectomia e un quarto di tutto chirurgia del cancro al seno effettuata in ospedale UCL sono eseguite in anestesia locale con il paziente sotto ipnosi. "

Non ci sono di sesso o di età le differenze relative alla suscettibilità all'ipnosi, dicono i ricercatori. Se il paziente è motivato, pronto a collaborare, e si fida dei medici, l'ipnosi funziona. Oltre a usare nella chirurgia del cancro al seno e tiroidectomia, la pratica può essere utilizzata in diverse altre procedure chirurgiche, per esempio chirurgia carotidea, ernia inguinale, artroscopia del ginocchio, chirurgia ginecologica, oftalmologia, otorinolaringoiatria, chirurgia plastica e uova di recupero per il trattamento di fertilità.

"Crediamo che i nostri studi hanno dimostrato notevoli benefici per la combinazione LA/ipnosi, e che tali benefici non sono solo per i pazienti, ma anche per i sistemi sanitari. Utilizzando l'ipnosi combinata con LA si possono ridurre i costi di degenza più lunghi, rimuovere la necessità per i pazienti di utilizzare farmaci oppioidi, e aumentare il loro livello generale di comfort e soddisfazione. Ad oggi ci sono poche pubblicazioni circa l'uso di ipnosi in chirurgia, e ci auguriamo che, contribuendo al corpo di prove sul suo efficacity, il nostro ricerca sarà incoraggiare gli altri a svolgere questa procedura a vantaggio di tutti gli interessati, "il Dott Watremez si concluderà.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha