IUD sicuro ed efficace nei pazienti ad alto rischio, ritrovamenti di studio

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Virginia Commonwealth University hanno scoperto che i dispositivi intrauterini sono sicuri ed efficaci in una popolazione di donne in precedenza non considerate buoni candidati per questo metodo di controllo delle nascite.

I risultati possono aiutare i medici a sviluppare linee guida migliorate per la fornitura di dispositivi intrauterini (IUD) per i pazienti.

Lo IUD è la forma più comune di controllo delle nascite reversibile usato dalle donne di tutto il mondo. Mentre IUD offrono un elevato livello di efficacia contraccettiva a lungo termine, sono stati associati con rischi per la salute, tra cui la malattia infiammatoria pelvica e infezioni del tratto genitale superiore. Le donne che sono ad alto rischio per le infezioni sessualmente trasmissibili e gravidanza sono stati classificati come poveri candidati per questo metodo di contraccezione.




In uno studio pubblicato nel numero di agosto del Journal di Ostetricia e Ginecologia, i ricercatori hanno concluso che IUD erano accettabili e non associata ad un aumento significativo insorgenza di infezioni ginecologiche nelle donne che sono ad alto rischio per entrambe le infezioni a trasmissione sessuale e la gravidanza.

"Una volta abbiamo pensato che IUD potrebbero essere utilizzati solo in sposate, donne monogame a causa di un aumento percepito il rischio di infezioni pelviche," ha detto il ricercatore principale, Catherine A. Matthews, MD, professore assistente presso il Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia presso VCU .

"Dal nostro studio, ora sappiamo che IUD sono sicuri da usare in tutte le donne che non hanno una infezione acuta della cervice. Buoni candidati Pertanto, i giovani, non sposati, le donne sessualmente attive possono essere prese in considerazione per questa opzione contraccettiva, che non richiede di prendere una pillola, cerotto, o iniezione ", ha detto.

Il team ha condotto una revisione delle cartelle mediche di circa 200 donne che avevano IUD inseriti tra il 2000 e il 2005. I ricercatori hanno confrontato i tassi di efficacia e complicanze del sistema IUD e Mirena intrauterino Paragard (IUS). Entrambi sono dispositivi a T posti in utero per prevenire la gravidanza, tuttavia, il Mirena IUS rilascia un ormone.

Secondo Matthews, un terzo delle donne che hanno ricevuto un IUD aveva una storia di STD prima dell'inserimento. Inoltre, il 32 per cento delle donne ha avuto una storia di altre infezioni ginecologiche, come vaginosi batterica, e quasi la metà erano sposate. Matthews ha detto che il Mirena IUS ha tassi più bassi di complicazioni e una maggiore accettabilità rispetto alla Paragard IUD.

Matthews ha collaborato con i colleghi VCU Samuel J. Campbell, MD, con il Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia; e Karen L. Cropsey, PsyD., con la L. Douglas Wilder School of Government Affairs e Public.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha