Key test specifico per determinare i sintomi Sia o non allergia sono davvero Allergy-correlato

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

COLUMBUS, Ohio - Molte persone con sintomi simili potrebbero ottenere la prova di cui hanno bisogno, e le cure giuste per i loro sintomi, dal loro medico di base se linee guida di cura gestite incoraggiato l'uso del test.

Il risparmio a livello nazionale potrebbero eguagliare i costi della visita di un medico aggiuntivo per uno specialista per più di 20 milioni di americani. Una carica tipica per una visita ambulatoriale a uno specialista di allergia è di circa $ 100, circa il doppio del costo di una visita ad un medico di famiglia.

Un nuovo studio suggerisce che i medici di famiglia potrebbero meglio servire i loro pazienti con sintomi correlati alla febbre da fieno, o rinite allergica, utilizzando un test del sangue definitivo per lo screening per le allergie attuali. Il test può essere facilmente somministrato in uno studio medico, e i risultati del test sono facili da interpretare.




Invece di test per le allergie, la maggior parte dei medici di famiglia sono suscettibili di prescrivere farmaci o suggeriscono che i loro pazienti utilizzano over-the-counter farmaci per aiutare a controllare sospetti sintomi di allergia, ha detto Sheryl Szeinbach, autore principale dello studio e professore di pratica e amministrazione farmacia Ohio State University. E la maggior parte delle persone con sintomi di allergia prima cercano aiuto dal proprio medico di famiglia.

Con la febbre da fieno stagione quasi su di noi, da 20 a 50 milioni di americani si svilupperà la rinite allergica. I sintomi includono gli occhi rossi e lacrimazione, irritate nasali, naso che cola e starnuti e tosse. Avere una diagnosi definitiva è la chiave per il trattamento, Szeinbach detto.

"I medici di famiglia devono usare un esame del sangue che verifica specificamente per gli allergeni che scatenano rinite allergica", ha detto, aggiungendo che alcuni medici già utilizzano il test del sangue. "Sapere se i sintomi allergici come sono in realtà causate da allergia è la chiave per determinare il corso appropriato di trattamento."

Szeinbach si riferisce ad un esame del sangue che valuta la reazione di immunoglobuline E (IgE) agli allergeni specifici, come il polline da erba e gli alberi. IgE è un anticorpo che aiuta a combattere le tossine e innesca anche reazioni allergiche.

"Parte del motivo che la maggior parte dei medici di famiglia non utilizzare il test IgE è che le linee guida di managed care in genere non richiedono questo tipo di test," ha detto Szeinbach. "Deve diventare una procedura standard per i medici di famiglia, come molte persone hanno questi tipi di sintomi allergici."

Lei ei suoi colleghi hanno riportato i loro risultati il ​​22 marzo a San Antonio in occasione della riunione annuale della American Academy of Allergy, Asthma and Immunology.

I ricercatori hanno raccolto i questionari di 577 pazienti in cui il medico e la prescrizione record mostrato una diagnosi di rinite allergica. I partecipanti sono stati invitati circa la gravità e il tipo di sintomi di allergia che avevano, e se non avessero visto un medico per il trattamento.

I ricercatori hanno messo risposte dei pazienti in uno dei tre gruppi: pazienti che hanno ricevuto cure da un medico di famiglia (240); i pazienti che sono stati trattati da un allergologo (172); e chi ha scelto di auto-gestire i loro sintomi (165).

Mentre tutti i gruppi avevano punteggi piuttosto alti di qualità della vita, le persone sotto la cura di un medico di famiglia riportata leggermente più sintomi - e una maggiore gravità di questi sintomi - rispetto ai pazienti trattati con un allergologo e anche quelli che autogestita loro allergia sintomi dopo essere diagnosticati da un medico.

"Risultati ottimali di qualità della vita sono assicurati se allergologi continuano a effettuare test cutanei e se la famiglia e di cure primarie medici possono fornire specifiche analisi del sangue IgE," Szeinbach detto. "Per i casi più gravi, i medici potrebbero indirizzare i pazienti ad un allergologo o altro specialista."

I medici di famiglia hanno bisogno di un modo migliore per diagnosticare con precisione la rinite allergica, in quanto i sintomi sono spesso simili a quelli trovati in asma e rinosinusite, una condizione in cui i seni ed i passaggi nasali diventano gonfie e infiammate. Ma il trattamento per ogni disturbo è diverso

"Il test del sangue IgE specifiche fornisce preziose informazioni per aiutare a determinare se un paziente è veramente allergico al polline, e aiuta anche allergologi perfezionare in su allergeni specifici durante i test della pelle," Szeinbach said.People che vedono un allergologo sono quasi sempre dato una pelle test. Piccole quantità di allergeni noti - polline di piante diverse nel caso di rinite allergica - sono collocati sulla pelle del paziente. La pelle viene poi punta con un ago in modo gli allergeni possono entrare nel flusso sanguigno.

Se le pelle si arrossa o si gonfia, il paziente è considerato allergico a che il polline. Con questo tipo di test, una persona spesso deve attendere fino a due ore per vedere se c'è una reazione. Il test cutaneo richiede anche una formazione ed esperienza per interpretare correttamente i risultati, che i medici di famiglia non possono avere.

"Il test specifico IgE richiede il tempo necessario per disegnare una fiala di sangue" Szeinbach detto. "I risultati possono dire un medico se il suo paziente ha veramente un'allergia. Se è così, può quindi inviare il paziente a un allergologo se ulteriori valutazioni è giustificata.

"I nostri risultati suggeriscono che i medici di famiglia possono efficacemente utilizzare il test IgE specifiche sui loro pazienti", ha detto. "Protocolli di cura gestiti devono essere modificate per consentire un maggiore utilizzo di questo test. Il cambiamento nella pratica potrebbe comportare il risparmio di miliardi di dollari in costi sanitari ogni anno."

Diversi anni fa, Szeinbach ha fatto uno studio e ha scoperto che quasi due su tre pazienti trattati per le allergie non erano veramente allergico.

"Milioni di persone soffrono inutilmente, perché davvero non hanno allergie," ha detto. "Sono spesso prescritti farmaci come gli antistaminici che non aiutano il problema, quindi è importante che siano diagnosticati correttamente, in primo luogo."

Szeinbach condotto lo studio con P. Brock Williams, della University of Missouri School of Medicine a Kansas City; Susan Kucukarslan, del Sistema Sanitario Henry Ford a Detroit; e Hanaa Elhefni, della University of Alabama School of Medicine.

Il finanziamento per questo lavoro è venuto da Pharmacia Diagnostics, Inc., i responsabili del test ImmunoCAP IgE.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha