Knockouts nelle cellule umane indicano obiettivi patogeni

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori Whitehead hanno sviluppato un nuovo tipo di schermo genetico per le cellule umane per individuare i geni e le proteine ​​utilizzate da patogeni specifici, in base al loro articolo su Science.

Nella maggior parte delle culture di cellule umane geni sono presenti in due copie: una ereditata dal padre e uno dalla madre. Gene inattivazione da mutazione è quindi inefficiente perché quando una copia viene inattivato, la seconda copia rimane solitamente attivo e prende il sopravvento.

In lievito, i ricercatori hanno più facile: usano cellule di lievito in cui sono presenti in una sola copia (lievito aploidi) tutti i geni. Ora Carette e collaboratori hanno utilizzato un approccio simile e utilizzata una linea cellulare umana, in cui sono presenti in una singola copia quasi tutti i cromosomi umani.




In questa linea di cellule rare, Carette e collaboratori hanno generato mutazioni in quasi tutti i geni umani e utilizzati questa collezione per lo screening per i geni host utilizzati da agenti patogeni. Esponendo quelle cellule all'influenza o varie tossine batteriche, gli autori isolato mutanti che erano resistenti a loro. Carette poi identificato i geni mutati nelle cellule sopravvissute, che codificano per una molecola trasportatore e un enzima che il virus dell'influenza dirotta ad assumere cellule.

Lavorare con Carla Guimaraes dal laboratorio di Whitehead membro Hidde Ploegh, Carette cellule knockout sottoposto a diverse tossine batteriche per identificare cellule resistenti e quindi i geni responsabili.

Gli esperimenti hanno identificato un gene precedentemente uncharacterized essenziale per intossicazione da tossina difterica e esotossina A tossicità, e una proteina di superficie cellulare necessario per cytolethal distending la tossicità della tossina.

"Siamo rimasti sorpresi dalla chiarezza dei risultati", afferma Jan Carette, un ricercatore post-dottorato nel laboratorio Brummelkamp e primo autore sull'articolo Science. "Ci hanno permesso di identificare nuovi geni e proteine ​​coinvolte nei processi infettivi che sono stati studiati da decenni, come la difterite e l'influenza. Inoltre abbiamo trovato i primi geni umani essenziali per le interazioni ospite-patogeno in cui sono noti alcuni dettagli, come il caso per cytolethal tossina distending secreto da alcuni ceppi di E. coli. Questo potrebbe essere importante per rispondere rapidamente a patogeni emergenti o di studiare la biologia del patogeno che è stato difficile da studiare sperimentalmente. "

Brummelkamp vede il lavoro come solo l'inizio.

"Avere cellule knockout per quasi tutti i geni umani nel nostro freezer si apre una vasta gamma di questioni biologiche che possiamo guardare", dice. "Oltre a molti aspetti della biologia cellulare che possono essere studiati, schermi a eliminazione diretta potrebbero essere utilizzati anche per smantellare reti molecolari che vengono sfruttate da una batteria di diversi virus e batteri."

Questa ricerca è stata finanziata da Fundaзгo para a Ciкncia ea Tecnologia (FCT) il Portogallo e la Fondazione Kimmel.

Thijn Brummelkamp è Fellow presso Whitehead Institute for Biomedical Research, dove si trova il suo laboratorio e tutta la sua ricerca è condotta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha