L'aggiunta di droga di pressione sanguigna di antibiotici standard accelera il trattamento della tubercolosi

Marzo 11, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Esperti di malattie infettive della Johns Hopkins hanno trovato, negli studi in topi, che un farmaco meglio conosciuto come trattamento per la pressione alta e mal di testa accelera efficacemente up trattamento della TB quando aggiunto allo standard, quotidiano regime antibiotico. Cavie sono state curate in quattro mesi invece dei soliti sei.

I ricercatori dicono che se gli studi clinici a partire entro la fine dell'anno in India, un paese fortemente gravato dalla malattia polmonare altamente contagiosa, prova di successo, quindi il tempo di trattamento abbreviato con verapamil, un cosiddetto calcio-antagonista, utilizzato in combinazione con antibiotici e isoniazide rifampicina, potrebbe rendere più facile per le persone infette a completare la loro terapia farmacologica come prescritto. Gli esperti fanno notare che gli antibiotici per la tubercolosi non funzionano se il trattamento viene interrotto o se la gente smette di prendere le loro medicine. Aderenza migliorata droga, dicono, potrebbe anche impedire l'accumulo di ceppi farmaco-resistenti di tubercolosi, causata dal Mycobacterium tuberculosis, che è ora stimato a uccidere un milione di persone ogni anno, soprattutto nel mondo in via di sviluppo.

"I nostri risultati mostrano che il verapamil è un buon candidato farmaco come terapia aggiuntiva con antibiotici per la tubercolosi, una malattia globale urgente bisogno di nuove opzioni di trattamento", dice studio ricercatore senior e specialista in malattie infettive William Bishai, MD, Ph.D . Ultime scoperte del team di Bishai sono impostati per essere pubblicato nella 1 settembre edizione della American Journal of respiratorie e Critical Care Medicine.




Bishai, professore presso la Facoltà di Medicina e il suo Centro per la tubercolosi Research Johns Hopkins University, afferma che le opzioni di trattamento farmacologico per la tubercolosi sono "troppo pochi", e limitata ad una dozzina di antibiotici più anziani, alcuni con gravi effetti collaterali. Bishai, che è anche un Howard Hughes Medical Institute Lab capo presso la Johns Hopkins, dice verapamil è stato intorno per circa 40 anni, quindi i suoi effetti collaterali - come troppo bassa la pressione sanguigna - sono ben noti. Dice che la sperimentazione clinica in India, soprattutto uno studio di sicurezza per determinare una dose minima efficace, sarà fondamentale nel chiarire "vero potenziale" del farmaco come terapia aggiuntiva in TB.

Investigatore principale dello studio e immunologo Shashank Gupta, Ph.D., dice che i risultati dello studio suggeriscono che verapamil, comunemente venduti con i marchi Isoptin, Verelan, Calan, Bosoptin e Covera, potrebbe essere un buon candidato farmaco per studi di terapia combinata con multidrug forme resistenti all'azione di tubercolosi.

Gupta, un postdottorato fellow presso la Johns Hopkins, dice verapamil è noto a lavorare come un inibitore della pompa di efflusso, rendendo i batteri più sensibili agli antibiotici e l'uccisione da parte dei macrofagi cellule immunitarie, ma il cui funzionamento preciso restano sconosciute. Dice che il team di ricerca ha studiato il potenziale di verapamil come terapia TB dopo l'altro studio ha dimostrato che una maggiore azione pompa di efflusso promosso tolleranza al farmaco per la tubercolosi, riducendo l'efficacia degli antibiotici.

Tra gli altri risultati chiave l'ultimo studio fosse che verapamil accelerato uccisione dei batteri della tubercolosi di 10 volte, dopo due mesi di trattamento. Dopo quattro mesi di terapia, la metà dei campioni di tessuto polmonare dei topi trattati con verapamil avuto zero conte batteriche, mentre tutti i campioni di tessuto nei topi non sul farmaco di pressione sanguigna erano ancora positivo per la tubercolosi.

Nello studio, effettuato presso la Johns Hopkins da gennaio a novembre 2012, i topi infettati con tubercolosi sono stati trattati con un regime antibiotico standard dosi giornaliere di isoniazide, rifampicina e pirazinamide per due mesi, seguito da dosi giornaliere di appena isoniazide e rifampicina per quattro mesi . Metà dei topi infettati anche ricevuto dosi giornaliere di verapamil, equivalente alla dose minima fabbricati per uso in esseri umani, a 40 mg per litro di sangue, per tutti i sei mesi. Ricercatori calcolato un aumento del 50 per cento del dosaggio iniziale di verapamil utilizzato nello studio per compensare l'accelerazione del rifampin di guasto di verapamil nel corpo. Entrambi i gruppi di topi avevano tessuto polmonare analisi eseguite almeno mensilmente.

Supporto Il finanziamento per questo studio è stato fornito dal National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID), parte del National Institutes of Health, e la Howard Hughes Medical Institute. Corrispondenti numeri di sovvenzione NIAID sono AI-079.590, 037.856 e AI-AI-036.973. Sostegno finanziario supplementare è stato fornito dal Howard Hughes Medical Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha