L'alcol interferisce con le funzioni di riparazione del sonno

Maggio 27, 2015 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Grandi quantità di alcol sono noti per ridurre la latenza del sonno, aumentare il sonno a onde lente, e sopprimere rapid eye movement (REM) nel corso del primo semestre del sonno. Durante la seconda metà del sonno, aumenta REM e il sonno diventa meno profondo. Uno studio degli effetti acuti dell'alcool sul rapporto tra il sonno e la variabilità della frequenza cardiaca (HRV) durante il sonno ha scoperto che l'alcol interferisce con le funzioni di riparazione di sonno.

I risultati saranno pubblicati nel numero di novembre 2011 del Alcoholism: Clinical & Experimental Research e sono attualmente disponibili alla vista iniziale.

L'alcol colpisce architettura complessiva del sonno ", ha detto Yohei Sagawa, un medico nel reparto di neuropsichiatria presso la Scuola di Medicina dell'Università di Akita." Normalmente, durante il sonno notturno fisiologica negli esseri umani, il sistema nervoso parasimpatico, responsabile di 'riposo e da digerire 'attività, è dominante il sistema nervoso simpatico, responsabile delle attività stimolanti. Abbiamo voluto indagare come l'alcol può cambiare questo rapporto complementare. "




"Credo che l'approccio utilizzato in questo studio è unico", ha aggiunto Seiji Nishino, direttore del Sleep & circadiano Laboratorio di Neurobiologia presso la Stanford University School of Medicine. "Anche se ci sono diversi studi di monitoraggio HRV durante il sonno, per quanto ne so non c'è relazione in cui descrive gli effetti dell'alcol sul sistema nervoso autonomo durante il sonno con questo parametro."

Sagawa ei suoi colleghi hanno dato 10, studenti universitari maschi sani con un'età media di 21,6 anni tre diverse bevande alcoliche a intervalli di tre settimane: 0g (controllo), 0,5 g (a basso dosaggio), oppure 1,0 g (alta dose) di etanolo puro/kg di peso corporeo. Il giorno dell'esperimento, un elettrocardiogramma Holter era attaccato al soggetto per un periodo di 24 ore; il soggetto è stato istruito a bere una delle tre bevande alcoliche 100 minuti prima di andare a letto; e polisonnografia è stata poi eseguita per otto ore. Analisi spettrale di potenza della HRV è stata effettuata utilizzando il metodo della massima entropia, e sono stati calcolati i componenti a basso e ad alta frequenza con i loro rapporti.

"Il nostro studio ha dimostrato che l'alcol sopprime il potere ad alta frequenza durante il sonno in modo dose-dipendente", ha detto Sagawa. "Anche se la prima metà di sonno dopo l'assunzione di alcol sembra buono sul EEG, il risultato della valutazione per quanto riguarda il sistema nervoso autonomo mostra che bere porta a insonnia, piuttosto che dormire bene."

Più in particolare, il consumo di alcol è aumentato, l'aumento della frequenza cardiaca e la potenza spettrale di HRV misurata ad ogni intervallo di frequenza diminuita. Inoltre, il/alto rapporto frequenza a bassa frequenza che è considerato un indice dell'equilibrio tra i sistemi simpatico e parasimpatico è stata aumentata. Questo suggerisce che l'alcol, in maniera dose-dipendente, sopprime la componente ad alta frequenza di HRV che è un indicatore di attività nervosa parasimpatico durante il sonno.

"L'attuale studio valuta gli effetti acuti, dopo solo una singola dose di assunzione di alcol, e, successivamente, ha trovato una conseguenza di salute negativo", ha osservato Nishino. "Molti soggetti bevono abitualmente alcolici, e se la riduzione di attività del nervo parasimpatico durante il sonno si è verificato cronicamente, conseguenze negative sulla salute possono essere molto più grande e possono indurre malattie varie. Si dice che i bevitori abituali con ipertensione sono spesso associati a riduzione di attività del nervo parasimpatico . "

Sagawa concordato. "Molti alcolisti e bevitori abituali soffrono di insonnia", ha detto. "L'attività del nervo parasimpatico Soppresso è il risultato del consumo di alcool. Quindi, si deduce che l'attività del nervo parasimpatico soppressa è associata con l'insonnia, che include difficoltà a prendere sonno, il risveglio al mattino presto, la mancanza di un senso di sonno profondo, e difficoltà a mantenere il sonno. "

"Si ritiene generalmente che avere una tisana può aiutare il sonno, soprattutto dormire iniziazione", ha detto Nishino. "Questo può essere vero per alcune persone che hanno piccole quantità di assunzione di alcol. Tuttavia, va notato che grandi quantità di assunzione di alcol interferiscono con la qualità del sonno e il ruolo ristoratore del sonno e queste conseguenze negative possono essere molto più grande durante l'assunzione di alcol cronica . "

Sagawa ha aggiunto che è importante per i medici che hanno in cura i disturbi fisici e psicologici legati all'alcol considerare gli effetti di disturbo sugli effetti di riparazione del sonno che bere abituale può avere.

Co-autori della carta ACER, "L'alcol ha un effetto dose-dipendente sul Parasimpatico Nerve attività durante il sonno," sono stati: Hideaki Kondo di Saiseikai Nagasaki Hospital; Namiko Matsubuchi, Takaubu Takemura, Hironobu Kanayama, Yoshihiko Kaneko, Takashi Kanbayashi, e Tetsuo Shimizu del Dipartimento di Neuropsichiatria presso Akita University School of Medicine; e Yasuo Hishikawa di Akita Kaiseikai Hospital.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha