L'alcol può alleviare i nervi che causano la fibrillazione atriale

Aprile 8, 2016 Admin Salute 0 20
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I medici negli Stati Uniti e il Giappone hanno ideato un modo per trattare la fibrillazione atriale con l'aggiunta di un po 'di alcool a terapie mini-invasive che colpiscono un gruppo di comportamento anomalo nervi noti per scatenare aritmie. Nella più recente Journal of American College of Cardiology (on-line prima di stampa), i ricercatori dicono che la nuova terapia potrebbero intaccare o interrompere la trasmissione di impulsi elettrici che provocano la fibrillazione atriale.

Principale ricercatore Miguel Valderrбbano, MD, capo di elettrofisiologia cardiaca a Houston Methodist DeBakey Heart & Vascular Center, ha scoperto che l'aggiunta di quattro o meno iniezioni di 98 per cento di etanolo al onde radio ablazione catetere-aided di cluster nervose, vicino la vena di Marshall è stato sufficiente per danneggiare o uccidere i nervi. In questo modo ha impedito ai medici di essere in grado di innescare artificialmente fibrillazione atriale usando l'elettricità. La stimolazione elettrica è utilizzato durante le procedure di fibrillazione atriale per determinare se ablazioni hanno avuto successo.

"Si tratta di una terapia che ha come bersaglio i nervi cardiaci già dimostrato di essere coinvolti nella fibrillazione atriale", ha detto Valderrбbano. "Ablazione con radiofrequenza comporta rischi di danni collaterali ad altre strutture e ci sono anche rischi associati con approcci chirurgici. Si dimostra che l'ablazione chimica con l'alcol può raggiungere l'eliminazione di attività nervosa anomala, l'introduzione di un catetere attraverso una vena del collo e fare tutto il lavoro attraverso di essa . "




L'aggiunta di alcol sembra essere molto più efficace di infrangere i nervi rispetto alla terapia chirurgica standard da sola - concentra le onde radio che causano i tessuti in una piccola area a bruciare e cicatrici.

"Il presente studio dimostra l'aggiunta di etanolo alla vena di Marshall potrebbe migliorare l'efficacia delle terapie standard", ha detto Valderrбbano. "Avanti, abbiamo bisogno di guardare a risultati a breve e lungo termine, in modo che possiamo sapere che la terapia funziona meglio per i pazienti."

L'ablazione transcatetere è un trattamento efficace per la fibrillazione atriale, o a-fib, ma la correzione non è sempre permanente. Molti pazienti trovano la loro a-fib restituisce mesi o anni dopo la prima procedura, e molti scelgono di sottoporsi a una seconda operazione di ablazione. Valderrбbano e altri stanno studiando come potrebbero essere migliorate le procedure in modo che solo bisogno di essere fatto una volta.

Stimolazione elettrica ad alta frequenza è stato utilizzato per testare l'attività dei cluster nervose e di verificare che l'attività del nervo potrebbe indurre la fibrillazione atriale. Prima del trattamento, la stimolazione indotto a-fib in tutti i pazienti. Dopo l'iniezione di alcool nella vena di Marshall, stimolazione elettrica mai indotta fibrillazione atriale.

I ricercatori hanno esaminato la concentrazione di alcol nel sangue per i pazienti che hanno ricevuto il trattamento di alcol, e hanno scoperto che potevano rilevare alcool. La dose massima è di 4 millilitri (quattro iniezioni 1-millilitro di 98 per cento di etanolo), e il corpo contiene in media più di 1000 volte che il volume di sangue. In confronto, una lattina di birra americana contiene 10-15 ml di etanolo.

I ricercatori hanno anche detto che ci sembrava essere complicazioni legate alla infusione di alcool o l'accesso alla vena di Marshall grappolo nervo.

Aritmia cardiaca è una condizione generale in cui il cuore non batte correttamente, e la fibrillazione atriale è il tipo più comune. In un-fib, uno o entrambi superiori due camere del cuore tremare tra battute. Ciò interrompe il flusso di sangue e indebolisce la potenza con cui il cuore pompa sangue ossigenato a tutte le parti del corpo. Una rapida frequenza cardiaca è un sintomo tipico. Altri possibili sintomi sono palpitazioni cardiache, l'incapacità di fare attività fisica sostenuta, dolori al petto, e l'edema. A-fib è raro nei giovani adulti, ma la sua prevalenza aumenta con l'età. Uno in dodici persone con più di 80 hanno una-fib. L'età media dei volontari di studio nella relazione JACC era di circa 64.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha