L'apoptosi Inibitori Prevenire cellulare non solo la morte, ma anche svolgere un ruolo nella migrazione cellulare

Aprile 9, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Molti dei farmaci antitumorali attualmente in studi clinici IAP bersaglio, dal momento che se i livelli di PAI sono ridotti, le cellule tumorali saranno distrutti dal proprio meccanismo di auto-protezione del corpo o dai farmaci chemioterapici. Tuttavia, come un gruppo di ricerca presso l'Università Goethe di Francoforte, in collaborazione con gli scienziati delle Università di Wьrzburg e Philadelphia hanno recentemente scoperto, IAP hanno anche un'altra vita: controllano la migrazione delle cellule.

Laddove la produzione IAP è soppressa, vi è un aumento significativo C-chinasi RAF, un membro cruciale di una cascata di segnali che, tra le altre funzioni, controlla migrazione cellulare. Questo significa anche che quando i livelli di IAP sono ridotti, metastasi può essere promosso inaspettatamente in assenza di morte cellulare. Secondo i ricercatori, i farmaci a bersaglio PAI deve quindi essere usato con cautela in futuro.




Dr. Krishnaraj Rajalingam, leader del gruppo Emmy Noether, presso l'Istituto di Biochimica presso l'Università Goethe di Francoforte, sostiene che questi risultati sono stati una grande sorpresa. Come dice lui: "Fino ad ora, IAP erano ben noti per il loro ruolo nella soppressione dell'apoptosi, ma ora si rendono conto che possono anche influenzare altri processi come la migrazione delle cellule". La cascata mitogenica classica (MAPK) viene attivato da proteine ​​RAS, che vengono attivati ​​da mutazioni in quasi il 20% di tutti i tumori umani. In questa cascata di segnalazione, la proteina-RAS è immediatamente seguita dalla chinasi C-RAF, che - come il rapporto dei ricercatori, in questo numero di 'Nature Cell Biology' - si lega fortemente ad un inibitore apoptosi (XIAP).

"Se riduciamo l'espressione di alcuni PAI di RNA tecnica di interferenza, C-chinasi RAF aumenti sia sano e le cellule umane cancerose. Di conseguenza, le cellule modificare la loro forma e iniziano a muoversi più velocemente." Co-autore Prof. Ulf R. Rapp presso l'Università di Wьrzburg, che ha scoperto C-RAF chinasi 25 anni fa, sostiene che questi risultati avranno una notevole influenza sulla terapia del cancro.

Prof. Werner-Mьller Esterl, direttore dell'Istituto di Francoforte per Biochimica II e il presidente eletto della Università Goethe, è lieta dal successo del suo giovane collega, che ha preso il suo posto all'università solo pochi mesi fa. "Questi risultati sono molto interessanti e con un tale successo iniziale, il nostro nuovo Noether Gruppo Emmy ha dimostrato che il programma della Università di sostenere giovani ricercatori scientifici indipendenti ha ancora una volta pagato."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha